Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Sentenze: archiviazione digitale e trasmissione telematica fanno la differenza - Modello 11 (sintesi)



Quando la carta è un ostacolo


Dietro la lentezza dei procedimenti giudiziari ci sono problemi diversi. Tra gli altri, la procedura di trasmissione dei fascicoli tra tribunale e procura generale per la quale gli uffici spesso utilizzano ancora il formato cartaceo.

Diversi uffici, allora, decidono di predisporre un archivio digitale delle sentenze e di eliminare la trasmissione della carta attivandolo scambio documentale telematico. 






L’accelerazione viene dai protocolli per lo scambio telematico

Gli uffici danno vita a piani di collaborazione e coordinamento fra tribunale e procura generale e li formalizzano in protocolli con i quali:

  • selezionano in via preventiva i tipi di sentenze da dematerializzare attraverso l’impiego dello scanner
  • le trasmettono telematicamente alla procura generale competente per l’eventuale impugnazione.

L’uso virtuoso degli strumenti informatici sopperisce, così, alla carenza di personale amministrativo e rende più celere la risposta alla domanda di giustizia.



Una soluzione buona per tutti

La buona prassi è esportabile in qualsiasi ufficio giudiziario, a prescindere dalle dimensioni.

La tecnica può essere utilizzata, oltre che per trasmetterele sentenze alla Procura generale (per il visto o l’impugnazione), anche per trasmettere i provvedimenti alla  pubblica amministrazione, agli organi di Polizia giudiziaria, agli organi  dell’amministrazione penitenziaria, attraverso la stipula di appositi protocolli che tengano conto della disciplina del Decreto ministeriale 44 del 2011. 



Risorse e condizioni necessarie

Non sono richieste risorse umane aggiuntive. È necessaria, invece, una minima preparazione e formazione del personale amministrativo preposto alla trasmissione telematica delle sentenze.

Per le risorse materiali, è indispensabile avere a disposizione uno scanner.



Uffici coinvolti

Tribunale di Isernia

Procura Generale L’Aquila

Procura Generale di Milano

Tribunale di Taranto

Tribunale per i Minorenni di Palermo

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trapani

Tribunale per i Minorenni di Brescia

Tribunale per i minorenni di Palermo )

Procura Generale presso la Corte di Appello di Brescia (in accordo con gli uffici giudicanti e con il tribunale di sorveglianza)

Tribunale di sorveglianza di Brescia

Tribunale per i minorenni di Brescia

Tribunale di Imperia

Tribunale per i minorenni di Palermo

Tribunale di Roma 

Tribunale di Sassari



  • Email