Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Altre esperienze: dematerializzare i fascicoli, ridurre costi, accorciare i tempi - Modello 15 (sintesi)




La lavorazione dei fascicoli aggiunge tempo ai tempi già lunghi dei procedimenti giudiziari. Diversi uffici, allora, uilizzano la comunicazione telematica per ridurre costi e durata di tale lavorazione.

I settori sono diversi: le intercettazioni, la trasmissione delle notizie di reato, il fascicolo di appello e, presso i tribunali di sorveglianza,i fascicoli relativi alle procedure in corso di gestione o archiviate.

L’obiettivo comune a tutte queste esperienze è snellire i processi di lavorazione dei fascicoli.




Il caso delle intercettazioni telefoniche

Il pubblico ministero ne fa richiesta e pone a corredo gli atti di indagine compiuti fino a quel momento. La procura trasmette questo sottofascicolo delle indagini preliminari all’Ufficio GIP. I rischi sono evidenti, sia per il segreto delle investigazioni in una fase così delicata sia, più in generale, per lo strumento investigativo delle intercettazioni telefoniche.

Per fare fronte a tali rischi e ottenere un risparmio in termini di risorse umane e materiali (personale amministrativo preposto a trasferire gli atti; fotocopiatura degli atti stessi), gli uffici giudiziari elaborano protocolli fra procura e tribunale–ufficio GIP. I protocolli dispongono la trasmissione telematica delle richiesta di intercettazione e la successiva trasmissione telematica del decreto autorizzativo delle intercettazioni emesso dal GIP.



Una soluzione buona per tutti

La tecnica sperimentale risulta esportabile in qualsiasi ufficio giudiziario, a prescindere dalle dimensioni.Non sono richieste risorse umane né materiali aggiuntive.

È sufficiente un minimo di attività formativa per il personale amministrativo.



Uffici coinvolti

Intercettazioni:

Procura e Tribunale   - Ufficio GIP -  S. Maria Capua Vetere

 

Trasmissione delle notizie di reato:

Procura della Repubblica di Marsala

Procura della Repubblica di Nola

 

Fascicolo di appello:

Corte di Appello di Bologna.

 

Tribunali di Sorveglianza:

Firenze

Milano

Ancona

Procura della Repubblica di Napoli