Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Regole e criteri della procedura di designazione del Procuratore Europeo (Documento di intesa tra Ministero della Giustizia e CSM)

circolari e risoluzioni - VI commissione e CPO


14 marzo 2019
Regole e criteri della procedura di designazione del Procuratore Europeo (Documento di intesa tra Ministero della Giustizia e CSM)

Con delibera 14 marzo 2019, è stato approvato il documento di intesa fra CSM e Ministero della Giustizia avente ad oggetto le regole e i criteri per la designazione del Procuratore Europeo. Il documento, che verrà sottoscritto dal Vicepresidente e dal Ministro, disciplina la procedura di designazione della terna italiana di candidati al posto di Procuratore europeo, fissando i rispettivi ambiti di attribuzioni dei due organi.

In particolare, viene attribuita al CSM la competenza a predisporre il bando e vengono fissati i requisiti per avanzare la candidatura (nello specifico, la normativa primaria viene interpretata nel senso che possono fare domanda tutti i magistrati in servizio, anche fuori ruolo, con la quarta valutazione di professionalità; ulteriori profili necessari sono: le garanzie di indipendenza e moralità e la conoscenza di due delle lingue dell’unione).

All’esito della valutazione delle candidature - effettuata autonomamente dal Consiglio e dal Ministero – quest’ultimo formulerà una proposta sulla quale il Consiglio dovrà esprimersi. Ove ci sia condivisione, la designazione verrà ritrasmessa al Ministro per l’invio agli organi competenti. Ove il CSM non condivida la proposta, la restituisce motivatamente al Ministro, che potrà rinviare una proposta conforme alle indicazioni del Consiglio o invitare lo stesso a rivedere le proprie valutazioni. In entrambi i casi, il Consiglio dovrà provvedere comunque alla designazione o aderendo all’invito del Ministro o fornendo adeguata motivazione in caso non vi sia adesione.

Il documento è stato sottoscritto il 15 marzo 2019.

 

Parere sul disegno di legge AC 1201 "Legge di delegazione europea 2018”, con riguardo agli artt. 3 e 4 (EPPO) (delibera 12 novembre 2018)

Interpello per la designazione della terna EPPO (delibera 10 aprile 2019)

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale