Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Proposta al Ministro della Giustizia ex art. 10 della legge n. 195/58 finalizzata all'adozione di un provvedimento legislativo relativo alla situazione di emergenza degli uffici giudiziari di Bari

pareri e proposte


06 giugno 2018
Proposta al Ministro della Giustizia ex art. 10 della legge n. 195/58 finalizzata all'adozione di un provvedimento legislativo relativo alla situazione di emergenza degli uffici giudiziari di Bari

Proposta ex art. 10 della legge n. 195/58 finalizzata all'urgente adozione di un provvedimento legislativo che, preso atto della situazione di emergenza degli uffici giudiziari di Bari, disponga la temporanea sospensione delle attività giudiziarie ordinarie e della decorrenza di termini processuali, e, se del caso, l'attribuzione ad un commissario ad hoc di poteri amministrativi straordinari per favorire la soluzione del problema.

 

La delibera del 6 giugno 2018 è relativa alla gravissima situazione degli uffici giudiziari di Bari, a seguito della inagibilità dell’edificio di Via Nazariantz. Difatti, la sospensione dell’agibilità – che rappresenta l’apice di una situazione edilizia già da anni pesantemente compromessa (come rilevato dallo stesso CSM nella delibera del 18 ottobre 2017) ha determinato un’emergenza enorme per la trattazione dei processi penali (attraverso l’intervento della Protezione civile sono ora svolte solo le attività giudiziarie urgenti). Pertanto il Consiglio, davanti alla sostanziale sospensione delle attività giudiziarie “ordinarie” e alla oggettiva difficoltà e precarietà nello svolgimento di quelle urgenti, richiede – nell’ambito dei propri poteri di proposta legislativa al Ministro della Giustizia – l’adozione di tutti gli strumenti normativi adeguati e tempestivi volti a fronteggiare la situazione (ivi compresi la dichiarazione dello stato di emergenza, la nomina di un commissari straordinario e l’eventuale sospensione temporanea delle attività giudiziarie e dei relativi termini), atteso che gli ordinari mezzi di intervento si sono rivelati non efficaci e non sufficienti a risolvere l’emergenza.

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale