Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Circolare sulla formazione delle tabelle di composizione degli Uffici del giudice di pace per il triennio 2018-2020.

circolari e risoluzioni - VIII commissione


13 giugno 2018
Circolare sulla formazione delle tabelle di composizione degli Uffici del giudice di pace per il triennio 2018-2020.

La circolare sulla formazione delle tabelle degli uffici del giudice di pace per il triennio 2018-2020, approvata con delibera del 13 giugno 2018, disciplina l’organizzazione dell’ufficio e i criteri oggettivi e predeterminati di assegnazione dei giudici di pace alle sezioni e degli affari ai singoli giudici di pace, i giorni di udienza, i criteri di sostituzione dei magistrati. Rappresentano quindi un essenziale presidio a tutela dell’autonomia e dell’indipendenza dei magistrati e, per gli utenti del servizio giustizia, la garanzia del principio del giudice naturale (art. 25 Cost.).

La nuova circolare presenta significative innovazioni rispetto al passato, strettamente connesse con la radicale riforma della magistratura onoraria avvenuta con il d.lgs. n. 116 del 2017, che ha introdotto uno statuto unico per giudici di pace, giudici onorari di tribunale e VPO, riorganizzandone le funzioni e delineando un nuovo assetto per gli uffici del giudice di pace.

Pertanto, sono stati disciplinati: i compiti di gestione e coordinamento del Presidente del tribunale e del magistrato collaboratore; i criteri per la ripartizione in sezioni degli uffici sulla base dell’organico e dei carichi di lavoro; l’eventuale specializzazione per materia delle sezioni; i criteri per l’assegnazione alle sezioni dei magistrati; il criteri di sostituzione dei magistrati assenti o impediti; le regole per le supplenze o le applicazioni; gli strumenti per fronteggiare le criticità organizzative; i trasferimenti da una sezione all’altra; l’assegnazione dei magistrati all’ufficio per il processo; i criteri oggettivi e predeterminati di assegnazione degli affari (ivi compresi quelli in materia di immigrazione e le funzioni di GIP).

Viene, infine, regolamentato il procedimento di formazione e approvazione delle tabelle e delle variazioni alle stesse. Particolare attenzione, in questo ambito, viene riservata alla partecipazione e condivisione dei magistrati dell’ufficio alla predisposizione delle proposte tabellari.

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale