Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Processo di valutazione

Non tutte le buone iniziative si prestano a essere elevate a regola generale. Il Csm con la delibera del 7 luglio 2016, dopo avere  selezionato  le esperienze più utili in base ad alcune scelte strategiche, ha elaborato criteri rigorosi per valutare l’applicabilità delle Buone prassi sul territorio, senza per questo tradurre tale valutazione in una  forma di “bocciatura” per tutte le altre.


Requisiti di esportabilità

I requisiti individuati per la scelta di buone prassi da elevare a modelli generali per gli uffici giudiziari sono:

  • efficacia
  • innovatività e creatività
  • presenza di un’attività di programmazione e progettazione degli interventi
  • riproducibilità e trasferibilità
  • sostenibilità nel tempo, che tiene conto dei costi dell’iniziativa
  • capacità di coinvolgimento orizzontale e verticale (mainstreaming).

Una forte attenzione è stata data alle prassi che segnalavano parametri della effettività dei risultati conseguiti. 


Manualistica

Il passo successivo, tuttora in via di attuazione, consiste nell’elaborare, sulla base delle molteplici esperienze degli uffici nei singoli settori (per fare due esempi molto diversi:  l’accoglienza dei testimoni, o lo smaltimento dell’arretrato), una serie di modelli organizzativi da proporre come riferimento per tribunali, corti e procure. Ne è nato il progetto di un manuale on line suddiviso per argomenti, per offrire a tutti gli uffici sul territorio una guida metodologica utile per applicare le buone prassi.

Si tratta della base per una più completa e strutturata manualistica delle migliori prassi, che in futuro dovrà delineare analiticamente lo schema di ogni singolo modello, supportato da una analisi e da uno studio (statistico, tecnico, giuridico, informatico) che lo renda facilmente applicabile alle diverse realtà giudiziarie e territoriali.



  • Email