Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Il ReGe Web

La prima esperienza su una gestione informatizzata del procedimento penale, il Ministero della Giustizia la ebbe con il sistema denominato Re.Ge. Clipper (Registro Generale sviluppato con tecnologia clipper), sistema che consentiva di acquisire i dati in ordinate tabelle, ma in maniera innovativa perché creava delle relazioni tra le tabelle di dati.

Tale sistema venne diffuso in tutte le sedi giudiziarie sino a quando nacque forte l’esigenza di sostituirlo con un sistema tecnologicamente più moderno in grado di potersi relazionare con altri sistemi e di poter gestire una mole di dati sempre crescente restituendo delle corrette rilevazioni statistiche.

Nel 2008 si avviò la sperimentazione di un nuovo sistema per la gestione del Registro Generale, chiamato ReGe WEB (che rappresenta l’evoluzione del sistema ReGe Relazionale), con gli uffici giudiziari di Firenze, Genova, Napoli e Palermo finché -nel 2014- il Ministero decise di adottarlo su tutto il territorio nazionale come unico sistema del processo di cognizione.

In data 11.11.2016, la Direzione Generale Giustizia Penale ha emanato la circolare n. 204354/2016 in tema di attuazione del registro unico penale e sui criteri generali di utilizzo elaborata sulla base di linee condivise da un apposito gruppo di lavoro composto da rappresentanti degli Uffici di Procura e da tutte le articolazioni del Ministero della Giustizia.

Descrizione

Il ReGe WEB rappresenta un modulo del S.I.C.P. destinato a gestire il Registro Generale che si basa su un interfaccia web per l’accesso alle informazioni e alle varie funzionalità messe a disposizione dell’utente.

Tale modulo consente di gestire la fase di cognizione del processo penale relativa al PM presso il Tribunale, al Tribunale (GIP/GUP e Dibattimento di primo  grado), al Giudice  di  Pace,  alla  Procura Generale (registro visti e impugnazioni) e alla Corte di Appello.

Il ReGe Web è stato implementato per interfacciarsi con il Casellario Giudiziale ed il Fondo Unico Giustizia (FUG), mentre è stata avviata la sperimentazione per trasmettere i propri dati al Casellario del Carico Pendente Nazionale. 



  • Email