Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Elezioni per il rinnovo del CSM

Elezioni per il rinnovo del CSM



Consiliatura 2018-2022






La fase di indizione delle elezioni


Il 9 aprile 2018 il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella  ha indetto – in attuazione della legge n. 195 del 1958 – per i giorni 8 e 9 luglio 2018 le elezioni per il rinnovo dei componenti togati del Consiglio, la cui scadenza è fissata a fine settembre 2018. Dovranno essere eletti 2 magistrati con funzioni di legittimità, 10 con funzioni giudicanti di merito e 4 con funzioni requirenti di merito.

Nella stessa occasione, il Capo dello Stato ha invitato il Presidente della Camera Roberto Fico a convocare, d'intesa con il Presidente del Senato, il Parlamento in seduta comune per l'elezione degli otto componenti laici.

***

Con delibera del 18 aprile 2018 il plenum del CSM ha provveduto in ordine agli adempimenti necessari e propedeutici alle elezioni, che si svolgeranno domenica 8 luglio dalle ore 8 alle ore 20 e lunedì 9 luglio dalle 8 alle 14. È stata altresì nominata l'uffio centrale elettorale presso la Corte di Cassazione (presidente la dott.ssa Giuseppina Rosa Anna Pacilli; componenti effettivi: Antonio Corbo e Francesca Picardi; componenti supplenti Paola D’Ovidio, Luca Varrone e Gianluca Grasso), con il compito di vagliare la regolarità delle candidature.

convocazione elezioni CSM 2018 (delibera del 18 aprile 2018)

costituzione ufficio elettorale centrale 2018 (delibera 18 aprile 2018)

 


I candidati “togati”


La legge n. 195 del 1958 (come modificata dalla l. n. 44 del 2002) prevede che i componenti togati siano rappresentativi (in senso ampio) di tutte le categorie e funzioni della magistratura.

Devono pertanto essere eletti:

  • 2 magistrati con funzioni di legittimità
  • 4 magistrati con funzioni requirenti di merito
  • 10 magistrati con funzioni giudicanti di merito.

Il sistema elettorale è maggioritario puro con una lista unica nazionale per ciascuna delle tre categorie da eleggere. Risultano eletti, pertanto, i magistrati che, in ciascuna lista, riportano il maggior numero di voti.

Ciascun avente diritto al voto può esprimere una sola preferenza per ciascuna delle tre categorie.

I candidati indicati sul notiziario ufficiale del CSM

Di seguito i candidati indicati sul notiziario ufficiale del CSM:

Collegio unico nazionale per i magistrati che esercitano funzioni di legittimità:

  • Carmelo Celentano, sostituto procuratore generale presso la Corte di Cassazione
  • Loredana Miccichè, consigliere presso la Corte di Cassazione
  • Piercamillo Davigo, presidente di sezione presso la Corte di Cassazione
  • Rita Sanlorenzo, sostituto procuratore generale presso la Corte di Cassazione

 

Collegio unico nazionale per i magistrati che esercitano funzioni requirenti di merito:

  • Sebastiano Ardita, procuratore aggiunto Procura di Catania
  • Luigi Spina, sostituto procuratore Procura di Castrovillari
  • Antonio Lepre, sostituto procuratore Procura di Paola
  • Giuseppe Cascini, procuratore aggiunto Procura di Roma

 

Collegio unico nazionale per i magistrati che esercitano funzioni giudicanti di merito:

  • Ilaria Pepe, consigliere corte appello Napoli
  • Concetta Angela Roberta (detta Cochita) Grillo, presidente di sezione tribunale di Caltagirone
  • Gianluigi Morlini, giudice tribunale di Reggio Emilia
  • Marco Mancinetti, giudice tribunale di Roma
  • Corrado Cartoni, giudice tribunale di Roma
  • Paola Maria Braggion, giudice tribunale di Milano
  • Giuseppe Marra, magistrato di tribunale destinato all’ufficio del massimario, corte di cassazione
  • Bruno Giangiacomo, presidente tribunale di Vasto
  • Giovanni (detto Ciccio) Zaccaro, giudice tribunale di Bari
  • Alessandra Dal Moro, giudice tribunale di Milano
  • Michele Ciambellini, giudice tribunale di Napoli
  • Paolo Criscuoli, giudice tribunale di Palermo
  • Mario Suriano, giudice tribunale di Napoli

 

 

La commissione elettorale centrale

Con delibera del 7 luglio 2018 è stata nominata la Commissione elettorale centrale presso la Corte di Cassazione, che si occuperà dello spoglio delle schede elettorali:

  • Presidente: Carlo De Chiara, Presidente di sezione corte di Cassazione
  • Componenti effettivi:
    • Rosa Pezzullo, consigliere corte di cassazione
    • Aldo Aceto, consigliere corte di cassazione
    • Loredana Nazzicone, consigliere corte di cassazione
    • Lucia Aielli, consigliere corte di cassazione
  • Componenti supplenti:
    • Alessandrina Tudino, consigliere corte di cassazione
    • Vittorio Corasaniti, magistrato di tribunale addetto all’ufficio del massimario, corte di cassazione.

Nomina Commissione Centrale Elettorale 2018 (delibera 7 giugno 2018)

 

Questioni interpretative

Con delibera del 20 giugno 2018, il Consiglio ha risposto ad un quesito  relativo all’esercizio del diritto di voto nelle elezioni dei componenti togati del CSM da parte dei magistrati ordinari in tirocinio nominati con d.m. 3 febbraio 2017 affermando che tali magistrati hanno il diritto di elettorato attivo nelle elezioni per il rinnovo del CSM dell’8 e 9 luglio 2018, atteso che al momento dell’indizione delle elezioni era già stata approvata la delibera di conferimento delle funzioni giudiziarie.

 

La delibera del 27 giugno 2018, in risposta ad un quesito, afferma che i magistrati applicati in via continuativa ed esclusiva presso un ufficio giudiziario possono esercitare il diritto di voto nelle elezioni per il rinnovo del CSM dell’8 e 9 luglio 2018 presso l’ufficio in cui esercitano le funzioni in applicazione. A supporto dell’interpretazione adottata vi è il disposto del d.p.r. n. 89/1976, in forza del quale il criterio per determinare il luogo in cui i magistrati votano è quello dell’ufficio presso il quale essi siano effettivamente in servizio. Pertanto, in presenza di applicazioni “esclusive”, in cui cioè si rescinde – sia pur temporaneamente - ogni rapporto con l’ufficio di provenienza si integra il presupposto dell’effettività del servizio cui fa riferimento la norma. A tal fine, la delibera rileva come sia opportuno che – al fine di evitare rischi di “duplicazioni” del voto – nelle liste elettorali dell’ufficio di provenienza del magistrato applicato si dia atto di applicazioni in via esclusiva ad altri uffici.

 

Con la risposta a quesito del 4 luglio 2018, in relazione alle elezioni per il rinnovo dei componenti togati del CSM, fissate per l’8 e 9 luglio 2018, è stato stabilito che i magistrati che svolgono funzioni di ispettori in missione debbano votare presso il Tribunale di Roma, applicandosi agli stessi la regola generale – prevista nell’art. 7 comma 9 l. 44/2002 – secondo cui tutti i magistrati fuori ruolo votano in tale luogo. Non è cioè normativamente prevista alcuna deroga specifica che consenta agli stessi di votare nel luogo in cui temporaneamente si trovino in missione.

 


Lo spoglio in diretta per i componenti togati


Sarà per la prima volta possibile seguire in diretta le operazioni di spoglio delle schede ad opera della commissione elettorale centrale costituita presso la Corte di Cassazione.

Ci si potrà quindi collegare attraverso i seguenti link:

a) elezione di due magistrati che esercitano le funzioni di legittimità presso la Corte di Cassazione e la Procura generale presso la stessa Corte;

b) elezione di quattro magistrati che esercitano le funzioni di pubblico ministero presso gli uffici di merito e presso la Direzione nazionale antimafia;

c) elezione di dieci magistrati che esercitano le funzioni di giudice presso gli uffici di merito, ovvero che sono destinati alla Corte di Cassazione ai sensi dell'art. 115 dell'ordinamento giudiziario;

Lo spoglio inizierà, verosimilmente, nella giornata di mercoledì 11 luglio. L’ordine dello spoglio sarà deciso lunedì nel corso di una riunione della Commissione elettorale.

A partire da tale data saranno attivi i link stessi, con l’avvertenza che i dati verranno inseriti dagli uffici della Corte di Cassazione non appena disponibili e saranno aggiornati con un intervallo di 5 minuti (le pagine si aggiornerannno automaticamente).

 

Indicazioni tecniche:

I predetti link sono raggiungibili direttamente da postazioni site all’interno della rete del Csm o della rete Giustizia (RUG).

Per il collegamento da postazioni esterne, è necessario accedere preventivamente all’area cosmag utilizzando il seguente link oppure digitando https://avcon.csm.it nella barra degli indirizzi del browser (in entrambi i casi è necessario inserire le credenziali per l'accesso).

Una volta effettuato il login, i link potranno essere copiati nella barra degli indirizzi del browser o reperiti accedendo all’area “servizio novità”.


Risultati dello spoglio

Elezione di due magistrati con funzioni di legittimità

Piercamillo Davigo: 2522 voti (eletto)

Loredana Miccichè: 1761 voti (eletta)

Carmelo Celentano: 1714 voti

Rita Sanlorenzo: 1528 voti

Totale Schede scrutinate: 8010

Schede bianche: 328

Schede Nulle: 157

N.B.: i dati andranno confermati dalla Commissione elettorale centrale

Elezione di dieci magistrati con funzioni giudicanti di merito

Marco Mancinetti: 733 voti (eletto)

Paola Maria Braggion: 720 voti (eletta)

Giovanni (detto Ciccio) Zaccaro: 671 voti (eletto)

Gianluigi Morlini: 651 voti (eletto)

Corrado Cartoni: 614 voti (eletto)

Michele Ciambellini: 598 voti (eletto)

Alessandra Dal Moro: 589 voti (eletta)

Mario Suriano: 567 voti (eletto)

Paolo Criscuoli: 540 voti (eletto)

Concetta Angela Roberta (detta Cochita) Grillo: 522 voti (eletta)

Giuseppe Marra: 490 voti

Ilaria Pepe: 485 voti

Bruno Giangiacomo: 387 voti

 

Totale Schede scrutinate: 8010

Schede bianche: 211

Schede nulle: 232

 

N.B.: i dati andranno confermati dalla Commissione elettorale centrale

Elezione di quattro magistrati con funzioni requirenti di merito

Antonio Lepre: 1997 voti (eletto)

Giuseppe Cascini: 1928 voti (eletto)

Luigi Spina: 1770 voti (eletto)

Sebastiano Ardita: 1291 voti (eletto)

Schede bianche 785

Schede nulle 230

Totale schede scrutinate: 8001

N.B.: i dati andranno confermati dalla Commissione elettorale centrale


L'elezione dei componenti "laici"

La convocazione del Parlamento in seduta comune

Il Parlamento in seduta comune è convocato per giovedì 19 luglio 2018, ore 14,30, con il seguente ordine del giorno "Votazione per l'elezione di otto componenti il Consiglio superiore della magistratura".

I componenti eletti

Durante la seduta del 19 luglio 2018, il Parlamento ha eletto gli otto componenti laici:

Prof. Avv. Alberto Maria Benedetti: voti 730;

Avv. Emanuele Basile: voti 726;

Prof. Avv. Filippo Donati: voti 726;

Prof. Avv. Fulvio Gigliotti: voti 726;

Prof. Avv. Alessio Lanzi: voti 726;

Avv. Stefano Cavanna: voti 723;

On. Avv. David Ermini: voti 723;

Avv. Michele Cerabona: voti 719.

Voti dispersi……..……….4

Schede bianche………….32

Schede nulle…………….20

Resoconto sommario seduta Parlamento 19 luglio 2018



  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale