Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Uffici per l’innovazione: un servizio per rilanciare i servizi - Modello 2 (sintesi)



Tanti “se”, un’unica soluzione


Se la giustizia è lenta, se l’arretrato incalza, se gli organici sono insufficienti, se il tasso di scopertura degli amministrativi preoccupa, alcuni uffici giudiziari decidono di affrontare con decisione il problema. Creano così un nuovo servizio interno peraprire le porte all’innovazione, per accelerare l’informatizzazione e per riorganizzare e qualificare i servizi.




Un ufficio, molti ruoli

Magistrati, figure amministrative e personale tecnico lavorano insieme, indipendentemente dalle linee gerarchiche di appartenenza, per ricercare tecniche di amministrazione condivise. Creano, quindi, nuovi presidi, gli Uffici innovazione, che lavorano come strutture di staff alla dirigenza. Si occupano di orientare e coordinare il cambiamento e assumono,perciò, più ruoli:

  • promuovere la revisione organizzativa
  • sostenere il cambiamento tecnologico
  • coordinare e monitorare i progetti di innovazione (ad esempio il progetto ministeriale Best practices).



Visti da vicino

Gli Uffici innovazione curano il monitoraggio degli applicativi ministeriali, coordinano le attività inerenti al processo telematico in materia civile e penale, predispongono la produzione - in collaborazione con i referenti distrettuali amministrativi - di statistiche e report di gestione legati al piano della performance dell’ufficio. Possono curare il sito web e la redazione annuale del Bilancio di Responsabilità sociale.



Prassi da adottare a condizione che...

Le esperienze finora censite riguardano uffici di dimensioni rilevanti (Tribunali e Corti di Napoli, Roma, Milano, Bologna): gli obiettivi sono ampi, è necessario disporre di personale da dedicare all’operazione, la funzione di assistenza e monitoraggio è diffusa.

A queste condizioni, gli Uffici innovazione costituiscono certamente strumenti trasferibili e replicabili, per la loro flessibilità, e davvero utili se rapportati alle imponenti trasformazioni che interessano il processo telematico civile e penale.



Uffici coinvolti

Corte di Appello di Bologna

Tribunale di Napoli

Tribunale di Roma

Tribunale di Milano