Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Brevi dal plenum

News


05 giugno 2019

Brevi dal plenum

Il plenum, nelle sedute del 5 giugno 2019, ha adottato le seguenti delibere:

 

Uffici direttivi:

  • Presidente sezione corte cassazione: nominato il dott. Giulio Sarno, attualmente consigliere corte cassazione
  • Procuratore Latina: nominato il dott. Giuseppe De Falco, attualmente procuratore Frosinone

Uffici semidirettivi:

  • Presidente sezione corte appello Bolzano: nominata la dott.ssa Isabella Maria Edith Martin, attualmente consigliere corte appello Bolzano
  • Presidente sezione tribunale Alessandria: nominata la dott.ssa Maria Teresa Guaschino, attualmente giudice tribunale Vercelli

Ricollocamenti in ruolo:

  • Calogero Piscitello, attualmente fuori ruolo presso il ministero della Giustizia, Dipartimento amministrazione penitenziaria: deliberato il ricollocamento in ruolo quale sostituto procuratore Palermo (posto precedentemente occupato)
Trasferimenti extraordinem:
  • Roberto Giuseppe Tanisi, già Presidente Corte appello Lecce: deliberata la riassegnazione come Presidente sezione tribunale Lecce (posto precedentemente occupato), a seguito di giudicato amministrativo

Pubblicazione posti:

  • Revocato un posto di Presidente sezione tribunale Lecce (penale) (pubblicazione del 20 dicembre 2018)

 

Su proposta della VII Commissione, a seguito dell’approvazione in data 15 maggio 2019 delle linee guida operative, è stato prorogato al 30 settembre 2019 il termine previsto per la costituzione dell’ufficio per il processo.

 

Su proposta della VII Commissione, in risposta ad un quesito, è stato affermato che in caso di impedimento temporaneo del giudice, sia pur reiterato nel tempo deve farsi ricorso allo strumento della supplenza interna; spetta poi al dirigente dell’ufficio valutare se fare ricorso ai magistrati già indicati nelle tabelle come supplenti o ad apposita variazione tabellare; alla supplenza per tutte o solo per alcune delle funzioni svolte dal magistrato impedito; ad un unico supplente per tutti i periodi di assenza o segmentando gli stessi; infine dovrà valutare le modalità di ripartizione del ruolo.

Quanto al problema dei procedimenti collegiali posti in decisione, la delibera afferma che la soluzione va individuata a livello processuale, esulando dalle competenze amministrative del CSM, eventualmente adottando le opportune variazioni tabellari ove necessarie.

 

È stata ricostituita la commissione mista per i problemi della magistratura di sorveglianza, della quale fanno parte tre componenti del CSM, sei magistrati di sorveglianza, 3 sostituti procuratori e 3 componenti designati dal Ministero della Giustizia. La Commissione dovrà occuparsi delle problematiche connesse all’esecuzione della pena e alla funzionalità degli uffici giudiziari direttamente coinvolti nel settore.

 

I testi di tutte le proposte approvate dal plenum (fatti salvi eventuali emendamenti) sono consultabili nella sezione del sito relativa agli ordini del giorno di plenum. Nella sezione concorsi e interpelli, inoltre, sarà disponibile nei prossimi giorni l’interpello per applicazione extradistrettuale per la trattazione dei procedimenti in materia di protezione internazionale, l'interpello per applicazione extradistrettuale alla corte di appello di Reggio Calabria e quello per il rinnovo del Comitato direttivo della SSM.

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale