Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Verso il Codice dell’Organizzazione degli uffici giudiziari

Verso il Codice dell’Organizzazione degli uffici giudiziari

21 giugno 2018

La Settima Commissione, nell’ambito delle proprie competenze in materia di organizzazione degli uffici giudiziari, ha nel corso dell’ultimo quadriennio effettuato una revisione sistematica delle principali circolari in materia, imprimendo un deciso impulso di cambiamento nell’ambito del governo degli uffici.

Da una visione statica dell’organizzazione, che si identificava sostanzialmente nella disciplina tabellare e nelle regole per la distribuzione degli affari, si passati a una visione dinamica, tesa a valorizzare le potenzialità degli strumenti tecnici e dei moduli organizzativi a disposizione degli uffici giudiziari e dei magistrati.

Sono state pertanto dettate nuove disposizioni in materia di formazione delle tabelle, magistrati referenti per l’informatica, organizzazione degli uffici di Procura, avocazioni, supplenze, assegnazioni, applicazioni e magistrati distrettuali.

Il Consiglio ha inoltre provveduto all’approvazione di un numero crescente di linee guida e di buone prassi, tese a proporre modelli organizzativi virtuosi, finalizzati a implementare qualità ed efficienza del servizio giustizia. A tali fini, l’organizzazione degli uffici si presenta come un sistema “condiviso”, in cui sono necessari i contributi di tutti gli attori della giurisdizione e non solo dei magistrati. Sono quindi stati coinvolti  avvocati, operatori economici e gli altri soggetti che partecipano al processo; in questa direzione vanno i numerosi protocolli sottoscritti dal CSM.

Tanto premesso, il Consiglio ha organizzato un incontro di studi per fare il punto sul lavoro svolto e aprire un confronto sulle più importanti disposizioni approvate sia in termini di circolari che di soft law, strumento sempre più utilizzato dal CSM quale espressione di una specifica politica giudiziaria che fa propria l’idea di una giustizia come servizio nell’interesse di chi vi accede e che richiede, in un tempo ragionevole, una decisione di qualità, chiara e comprensibile.

 

L’incontro, che si terrà a Roma presso lo Sheraton Golf Parco de' Medici Hotel & Resort, si articola in quattro sessioni, ognuna dedicata ad una specifica tematica.

La prima sessione è dedicata alla motivazione dei provvedimenti come fattore di razionalizzazione.

Durante la seconda sessione sono previsti due contemporanei seminari tematici: uno relativo agli strumenti di gestione della giustizia civile, anche con specifico riferimento al settore delle esecuzioni immobiliari, e l’altro all’organizzazione degli uffici di Procura. La sessione si concluderà con l’illustrazione in sessione plenaria delle Linee Guida per la comunicazione istituzionale degli uffici giudiziari.

Durante la terza sessione si svolgeranno 2 contemporanei seminari: uno dedicato al settore della Protezione Internazionale e agli strumenti statistici a disposizione degli uffici, l’altro alle questioni organizzative connesse alla nomina dei consulenti tecnici nei procedimenti civili e penali per responsabilità professionale dei medici e degli operatori sanitari.

L’evento si concluderà con una tavola rotonda sulle politiche dell’organizzazione giudiziaria, cui parteciperanno, fra gli altri, il Vice Presidente Legnini e il Ministro della Giustizia Bonafede.

 

All’incontro sono stati invitati i rappresentanti di istituzioni e associazioni direttamente coinvolte rispetto alle tematiche affrontate nel corso dell’incontro.

Il programma completo è disponibile in allegato.

 

 

Informazioni:

All’incontro sono stati ammessi due rappresentanti, da designare da parte di ciascun Consiglio Giudiziario, per i distretti di Milano, Roma, Napoli, Bologna e Torino; un rappresentante per i rimanenti Consigli Giudiziari; due Formatori Decentrati per ciascun distretto, uno per il settore penale e uno per il settore civile, che dovranno comunicare i propri nominativi all’indirizzo settimaincontri@csm.it.

Inoltre, i magistrati individuati dalla Settima Commissione potranno confermare direttamente la partecipazione inviando la propria adesione, entro e non oltre il 13 giugno 2018, attraverso il programma disponibile sulla intranet www.cosmag.it, accedendo alla propria area personale. Dopo il salvataggio della domanda si renderà disponibile il modulo da inviare, unitamente alla stampa della domanda, alla società Cisalpina Tours Spa.

 

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale