indietro

Un’indagine sul ruolo e l’immagine dei magistrati ha inaugurato il primo degli appuntamenti “i Martedì dell’Associazione Vittorio Bachelet"

News


12 aprile 2017

Un’indagine sul ruolo e l’immagine dei magistrati ha inaugurato il primo degli appuntamenti “i Martedì dell’Associazione Vittorio Bachelet"
incontro nell'Aula Vittorio Bachelet

Un ciclo di incontri promosso dall’Associazione Vittorio Bachelet ha preso il via nell’aula del Plenum del CSM intitolata al Vice Presidente del CSM assassinato dalle Brigate Rosse il 12 febbraio 1980.

La giustizia e l’immagine del magistrato: questo il primo tema affrontato prendendo spunto dal volume “Magistrati e cittadini. Indagine su identità e immagine sociale dei magistrati italiani” di Nadio Delai e Stefano Rolando. Al dibattito hanno preso parte gli autori della ricerca, lo scrittore ed ex giudice Gianrico Carofiglio e il Presidente della Scuola Superiore della Magistratura Gaetano Silvestri.

Nel suo indirizzo di saluto, il Vice Presidente del CSM Giovanni Legnini ha sottolineato: “Il Consiglio ha  ritenuto di sollecitare e sostenere le iniziative culturali che l’associazione Vittorio Bachelet in piena autonomia vorrà promuovere. Si è voluto inaugurare questo ciclo dei “Martedì” con una riflessione di sicuro interesse sulla pubblicazione di Delai e Rolando, che hanno svolto un prezioso lavoro di ricerca. La pubblicazione dà conto degli orientamenti, riflessioni e valutazioni che sono state sviluppate nel corso degli anni e per alcuni aspetti contiene esiti tali da smentire luoghi comuni diffusi. Ciò che rende originale e molto utile, anche per il CSM, la ricerca è che essa è frutto delle risposte fornite ai quesiti sia da parte dei cittadini che dei magistrati, il che ha consentito di valutare ed ascoltare la duplice percezione del ruolo della magistratura e del sistema giudiziario italiano”.

Il previsto ciclo di incontri – ha affermato il Presidente dell’Associazione Vittorio Bachelet, il Consigliere Renato Balduzzi – consentirà, nel corso del 2017 e del 2018, di “mettere a fuoco, nell'ottica pluralista e aperta propria dell'Associazione, i principali temi della giustizia. Non a caso cominciamo dal tema dei temi, quello dell'immagine della magistratura e della fiducia dei cittadini verso di essa, condizione imprescindibile per il buon funzionamento del modello costituzionale di magistrato autonomo e indipendente, ma al tempo stesso vicino e amico di quel popolo nel cui nome la giustizia è amministrata".

I lavori sono stati aperti con un minuto di silenzio dedicato alla memoria del magistrato Mario Almerighi, recentemente scomparso, e che era tra i consiglieri “togati” del CSM proprio nel periodo della vicepresidenza di Vittorio Bachelet.

Il prossimo appuntamento dei “martedì dell’Associazione Bachelet” è previsto per il 6 giugno con la partecipazione dello storico Andrea Riccardi sul tema “Giustizia e…storia”.

 

 

  • Email