indietro

Sentenza n. 80/2015

Provvedimenti


Sentenza n. 80/2015

Presidente: LEGNINI                              Estensore: PONTECORVO

 

Illecito disciplinare nell’esercizio delle funzioni – Doveri del magistrato – Diligenza – Il reiterato, grave e ingiustificato ritardo nel compimento degli atti relativi all’esercizio delle funzioni – Giudice - Ritardato ed omesso deposito di sentenze in materia civile - Ritardi in parte superiori ad un anno – Circostanze idonee a giustificare i singoli ritardi –– Straordinario carico di lavoro – Elevata laboriosità – Condizione di maternità non compatibile con le misure organizzative dell’ufficio – Grave malattia del coniuge -  Illecito disciplinare - Insussistenza.

Non integra l’illecito disciplinare nell’esercizio delle funzioni per reiterato, grave ed ingiustificato ritardo nel compimento degli atti relativi all’esercizio delle funzioni la condotta del giudice il quale depositi numerose  sentenze in materia civile con ritardi gravi ed in parte superiori ad un anno, qualora tali ritardi possano ritenersi giustificati  in ragione dello straordinario carico di lavoro, della elevata produttività, della condizione di maternità non supportata da alcuna idonea misura organizzativa dell’ufficio e della grave malattia occorsa al coniuge del magistrato nel periodo di riferimento (nella specie il giudice, nell’arco di cinque anni, aveva ritardato il deposito di duecentoventotto  sentenze civili monocratiche, con ritardi compresi tra tre  e seicentosettantaquattro giorni,  di cui ottantuno  sentenze depositate con un ritardo superiore ad un anno).

Riferimenti normativi:
Decreto legisl. 23 febbraio 2006, n. 109, art. 2, comma 1, lett. q)

 

allegati

Sentenza n. 80 del 2015 (49,7 kB)

  • Email