indietro

Possibilità di applicazione di un magistrato con funzioni giudicanti per svolgere le funzioni di Commissario per gli usi Civici

circolari e risoluzioni - VII commissione


08 novembre 2017
Possibilità di applicazione di un magistrato con funzioni giudicanti per svolgere le funzioni di Commissario per gli usi Civici

Il Consiglio superiore della magistratura, nella seduta dell’8 novembre 2017, sul quesito del Presidente della Corte d'appello di … il quale ha chiesto di conoscere se, trovandosi il Commissario per gli Usi Civici della … in posizione di incompatibilità in conseguenza di un’astensione per un certo numero di cause che richiedono trattazione urgente ed essendo andati deserti diversi interpelli per la nomina di Commissario aggiunto, sia possibile l'applicazione di un magistrato per svolgere le funzioni di Commissario per la liquidazione degli usi civici di … per la trattazione di tali cause, ha risposto affermando che è possibile l'applicazione di un magistrato con funzioni giudicanti per svolgere le funzioni di Commissario o Commissario Aggiunto per la liquidazione degli usi civici in attesa di copertura di tale posto, trovando applicazione la circolare su applicazioni, supplenze, tabelle infradistrettuali e magistrati distrettuali; ciò in quanto l'ufficio del commissario per la liquidazione degli usi civici riveste la natura di organo di giurisdizione speciale per la risoluzione delle controversie affidate alla sua cognizione (in tal senso Cass. SU n. 23112/2015) e come tale è soggetto al sistema tabellare (cfr. in tal senso l'art. 71 della circolare sulle tabelle 2014/2016, a tenore del quale "le proposte tabellari devono indicare i Commissari agli Usi civili e gli eventuali Commissari Aggiunti".)   

  • Email