indietro

Per non dimenticare - Mario Amato

News


23 giugno 2018

Per non dimenticare - Mario Amato
immagine news

 

Il 23 giugno 1980 Mario Amato, sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Roma viene assassinato mentre è in attesa, alla fermata  della linea 391, dell’autobus che deve portarlo alla città giudiziaria di Roma

Una telefonata rivendicherà l’omicidio: “Siamo i NAR, abbiamo ucciso noi il giudice Amato...” . Sarà l’ultimo magistrato vittima del terrorismo politico in Italia.

Nel giorno del trentottesimo anniversario della scomparsa, per tenerne vivo il ricordo e ripercorrerne la vita professionale, pubblichiamo alcuni atti estrapolati dal fascicolo personale del magistrato e dagli archivi del Consiglio, nonché le sentenze pronunciate nei giudizi relativi all'omicidio del magistrato ed altri atti relativi alle vicende di quegli anni bui che hanno caratterizzato la storia del nostro Paese e delle Istituzioni.

E’ il doveroso omaggio che il Consiglio Superiore rende ad un magistrato probo e tenace che ha dovuto misurarsi e combattere non solo contro l’eversione di destra ma anche contro la diffidenza e l’isolamento dei "palazzi", e che  ha sacrificato la propria vita per continuare ad essere quello che era: un magistrato serio ed onesto, che voleva fare soltanto il proprio dovere.

La pagina dedicata a Mario Amato, e gli atti in essa contenuti, sono  raggiungibili attraverso questo link

  • Email