indietro

Nuovo sistema tabellare: il Ministro Orlando al secondo incontro tra Settima Commissione, Presidenti e Pg delle Corti di Appello

News


24 febbraio 2017

Nuovo sistema tabellare: il Ministro Orlando al secondo incontro tra Settima Commissione, Presidenti e Pg delle Corti di Appello
Giovanni Legnini, Andrea Orlando

Un secondo incontro sul nuovo assetto organizzativo degli uffici giudiziari è stato organizzato dalla Settima Commissione del CSM, stavolta con presidenti delle Corti d’Appello, i Procuratori Generali e i delegati dei Consigli Giudiziari, facendo seguito a quello dei giorni scorsi con i presidenti di Tribunale di primo grado.

I lavori sul nuovo sistema tabellare sono stati aperti dagli indirizzi di saluto del Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, del Vice Presidente del CSM, Giovanni Legnini, del Presidente della Scuola Superiore della Magistratura, Gaetano Silvestri e del Presidente del Consiglio Nazionale Forense, Andrea Mascherin. La seconda giornata, dedicata al tema della protezione internazionale  è stata invece introdotta dall’intervento del Primo Presidente della Cassazione, Giovanni Canzio.

“In questi mesi al ministero ho  posto come prioritario il tema del recupero di efficienza di cui ha bisogno il sistema giustizia nel nostro paese – ha affermato il Ministro Andrea Orlando - e credo che la discussione che è stata promossa dalla Settima Commissione del CSM possa servire anche a questo. Spero che il confronto e lo scambio di esperienze di queste giornate possano avere un seguito, ed anche una ricaduta concreta nelle scelte che faremo. Anche sulla base di quel rapporto che credo sia notevolmente migliorato tra Ministero e Consiglio”.

Dal canto suo il Vice Presidente del CSM, Giovanni Legnini, ha ricordato che in merito all’organizzazione e alle risorse "il legislatore ha fatto bene a responsabilizzare i Capi degli uffici giudiziari”. Tuttavia, ha sottolineato, “non possiamo trasformarli in amministratori di condominio”. “Un'aliquota di quelle assunzioni di cui parla il Ministro Orlando – ha proposto il Vice Presidente Legnini -  proviamo a dedicarla per assolvere fino in fondo la funzione che il legislatore affida ai Capi degli uffici".

Il Primo Presidente della Suprema Corte di Cassazione, Giovanni Canzio, parlando della circolare  approvata all'unanimità dal Plenum il 25 gennaio scorso, ha  sottolineato che "il sistema tabellare, e quindi il modello organizzativo degli Uffici, non attiene solo all'indipendenza interna della magistratura: rappresenta una finestra che si apre sulla società”.

Sulle principali novità del sistema tabellare per il triennio 2017-2019 si sono soffermati numerosi consiglieri togati e laici del CSM: Ercole Aprile, Paola Balducci, Renato Balduzzi, Elisabetta Casellati, Nicola Clivio, Aldo Morgigni, Maria Rosaria San Giorgio e l'ex Consigliera laica Celestina Tinelli. Tutti hanno convenuto sul cambiamento di prospettiva culturale, in particolare per l'inclusione di ciascun attore della giurisdizione nell'organizzazione degli uffici giudiziari, per la valorizzazione delle specializzazioni e per una maggiore tutela della genitorialità.

Nel corso della seconda giornata di lavori il presidente della Settima Commissione, Claudio Galoppi, in merito al tema della protezione internazionale e al recente decreto legge “Migranti” (il D.L n.13 del 17 febbraio 2017) ha ricordato che “l’intervento organizzativo” del Consiglio “oggi non solo è possibile ma necessario”. 

A conclusione dei lavori il Presidente del Comitato di progetto per la reingegnerizzazione, il Consigliere Antonello Ardituro, ha annunciato che il nuovo portale del CSM “sarà online dal prossimo 8 marzo, con l'obiettivo di rendere il Consiglio una casa di vetro per cittadini e magistrati”. 

 

 

  • Email