indietro

Monitoraggio e studio delle problematiche attuative del Processo Civile Telematico

circolari e risoluzioni - VII commissione


13 maggio 2015
Monitoraggio e studio delle problematiche attuative del Processo Civile Telematico

La delibera 13 maggio 2015 fa il punto dell’attuazione negli uffici giudiziari italiani del processo civile telematico, introdotto a partire dal 2014, di cui il C.S.M. ha seguito lo sviluppo attraverso un costante metodo di monitoraggio, studio e interlocuzione istituzionale. Premessa la ricostruzione dello stato della materia, e segnalate le principali criticità, strutturali, operative e giuridiche in relazione alle specificità di ciascuno degli uffici giudiziari interessati, l’organo di governo autonomo ha preso atto con favore della progressiva estensione dell’obbligatorietà del Processo civile telematico. Ha deliberato di procedere nella valorizzazione e diffusione delle buone prassi di organizzazione sperimentate negli uffici giudiziari nel settore del processo civile telematico, invitando i dirigenti degli uffici alla comunicazione dei protocolli sperimentati e rivelatisi efficaci ed utili. Ha invitato il Ministro della Giustizia a provvedere in ordine alla urgente risoluzione delle criticità del processo civile telematico riscontrate. Ha inoltre sollecitato la Scuola Superiore della Magistratura a considerare la materia  dell’informatica giuridica e giudiziaria, ed in particolare le questioni attinenti al processo civile telematico ed all’informatizzazione del processo penale, quali parti imprescindibili e prioritarie del complessivo progetto di formazione dei magistrati.

allegati

file Delibera del 13 maggio 2015 Delibera del 13 maggio 2015 (160 kB)

  • Email