indietro

Individuazione dell'ufficio presso il quale esercitano il diritto di voto i magistrati applicati a tempo pieno

circolari e risoluzioni - VI commissione e CPO


27 giugno 2018
Individuazione dell'ufficio presso il quale esercitano il diritto di voto i magistrati applicati a tempo pieno

La delibera del 27 giugno 2018 afferma che i magistrati applicati in via continuativa ed esclusiva presso un ufficio giudiziario possono esercitare il diritto di voto nelle elezioni per il rinnovo del CSM dell’8 e 9 luglio 2018 presso l’ufficio in cui esercitano le funzioni in applicazione. A supporto dell’interpretazione adottata vi è il disposto del d.p.r. n. 89/1976, in forza del quale il criterio per determinare il luogo in cui i magistrati votano è quello dell’ufficio presso il quale essi siano effettivamente in servizio. Pertanto, in presenza di applicazioni “esclusive”, in cui cioè si rescinde – sia pur temporaneamente - ogni rapporto con l’ufficio di provenienza si integra il presupposto dell’effettività del servizio cui fa riferimento la norma.

A tal fine, la delibera rileva come sia opportuno che – al fine di evitare rischi di “duplicazioni” del voto – nelle liste elettorali dell’ufficio di provenienza del magistrato applicato si dia atto di applicazioni in via esclusiva ad altri uffici.

  • Email