indietro

Incompatibilità tra le funzioni di esperto del Tribunale di sorveglianza e di consulente tecnico nel medesimo distretto giudiziario

circolari e risoluzioni - VIII commissione


22 febbraio 2017
Incompatibilità tra le funzioni di esperto del Tribunale di sorveglianza e di consulente tecnico nel medesimo distretto giudiziario

Con la risposta a quesito in oggetto, il Consiglio Superiore della Magistratura, investito della richiesta di stabilire se sussista incompatibilità, non solo in materia penale, ma anche in materia civile, tra le funzioni di esperto del Tribunale di Sorveglianza e le funzioni di consulente tecnico d’ufficio o di parte eventualmente svolte nel distretto giudiziario di appartenenza, ha affermato che il divieto posto dall’art. 4 della Circolare P-19453/2015, onde garantire l’imparzialità anche apparente del magistrato onorario nell’esercizio della funzione svolta, dev’essere inteso in senso assoluto, dal che discende che non è possibile svolgere funzioni di esperto del Tribunale di sorveglianza e di consulente tecnico nel medesimo distretto giudiziario per evitare inopportuna commistione di ruoli idonei a produrre ripercussioni sui requisiti di indipendenza e di imparzialità.

  • Email