indietro

I magistrati fuori ruolo

News


21 marzo 2017

I magistrati fuori ruolo

In allegato l’elenco aggiornato al 21 marzo 2017 dei magistrati ordinari collocati fuori ruolo.

Il tema del collocamento fuori ruolo è sempre stato centrale nell’attività del Consiglio.

In particolare, accanto alla disciplina prevista dalla legge 13 novembre 2008 n. 181, che prevede che siano al massimo 200 i magistrati ordinari destinati a funzioni non giudiziarie (presso il Ministero della Giustizia, l’Ispettorato Generale, il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Camera dei Deputati, gli altri Ministeri, le Autorità indipendenti, le Commissioni Parlamentari, gli Organismi Internazionali, la Scuola Superiore della Magistratura), il Consiglio con la circolare del CSM n. 13778 del 24 luglio 2014 (e successive modifiche) ha introdotto una disciplina di dettaglio che prevede ulteriori condizioni affinché possa essere autorizzato il collocamento fuori ruolo: la sussistenza di un interesse per l’amministrazione di appartenenza del magistrato rispetto alle attività da svolgere fuori ruolo; il conseguimento – da parte del magistrato - quanto meno della II valutazione di professionalità; la sussistenza, nell’ufficio di provenienza dell’interessato, di una scopertura non superiore al 20%; il fatto che il magistrato non sia impegnato nella trattazione di delicati processi; la riduzione del numero massimo consentito di collocamenti fuori ruolo nella misura di due unità per ogni punto percentuale di scopertura dell’organico (ad oggi pari al 14,38%).

Alla data odierna, il numero di 200 previsto dalla legge (nonché quello di 170 conseguente alla “autolimitazione” consiliare di cui si è appena fatto cenno) non è superato, in quanto i magistrati fuori ruolo per svolgere le funzioni sopra indicate sono complessivamente 152.

Il limite massimo di 200 non riguarda lo svolgimento di particolari funzioni giudiziarie presso organi costituzionali o di rilevanza costituzionale. La stessa legge del 2008 prevede, difatti, che tale limite non trovi applicazione nei confronti dei magistrati collocati fuori ruolo presso la Presidenza della Repubblica, la Corte Costituzionale e il Consiglio Superiore della Magistratura. Attualmente, i magistrati fuori ruolo presso detti organi sono complessivamente 42.

Ulteriori, particolari, ipotesi di collocamento fuori ruolo sono disciplinate da leggi specifiche.

Ai sensi della legge 195 del 1958 (istitutiva del Consiglio Superiore della Magistratura) i magistrati eletti al Consiglio (i consiglieri c.d. togati) sono collocati fuori ruolo per l’intera durata del mandato. Il numero dei componenti togati, che non rientra nel computo complessivo dei 200, è attualmente fissato dalla legge in 16.

Una ulteriore categoria di collocamento fuori ruolo attiene poi all’esercizio del diritto di elettorato passivo dei magistrati e allo svolgimento di funzioni politiche o amministrative. Vi sono, cioè, ipotesi in cui il collocamento fuori ruolo discende dall’aspettativa:

  • per mandato parlamentare (elezioni al Parlamento italiano ed europeo). Attualmente vi sono 6 magistrati in questa posizione.
  • per assumere funzioni di governo (sottosegretari di Stato). Attualmente 2 magistrati sono in questa posizione.
  • per mandato amministrativo (nello specifico per elezioni regionali o comunali). Attualmente ve ne è 1 solo (per effetto di elezioni regionali).
  • aspettativa per effetto di nomina ad assessore esterno. Attualmente ve ne è 1 solo (nominato assessore regionale esterno).
  • aspettativa per ricongiungimento con il coniuge, ai sensi della legge 11 febbraio 1980 n. 26 e della legge 25 giugno 1985 n. 333. Attualmente ve ne è 1 solo.

Il totale complessivo dei magistrati ordinari che non svolgono funzioni giudiziarie è pertanto pari, alla data del 21 marzo 2017, a 221.

Di seguito, l’elenco dei magistrati attualmente fuori ruolo, diviso nelle diverse categorie sopra indicate, nonché i collegamenti alla pagina che contiene l’indicazione di tutti i fuori ruolo autorizzati dal Consiglio nel tempo e alla pagina che spiega più nel dettaglio il collocamento fuori ruolo.

  • Email