indietro

Circolare sulle Procure, audizione dei Procuratori Generali delle Corti di Appello

News


24 marzo 2017

Circolare sulle Procure, audizione dei Procuratori Generali delle Corti di Appello
immagine news

Proseguono i lavori del Consiglio Superiore della Magistratura per la realizzazione della nuova circolare sulle Procure che ridefinirà l’assetto organizzativo dell’ufficio del pubblico ministero.

Dopo l’audizione dei Procuratori Distrettuali, su iniziativa della VII Commissione presieduta da Claudio Galoppi, sono stati ascoltati i Procuratori Generali presso le Corti di Appello con la partecipazione del Primo Presidente della Corte Suprema di Cassazione Giovanni Canzio e del Procuratore Generale della Corte di Cassazione Pasquale Ciccolo.

Le audizioni mirano a raccogliere osservazioni, critiche e proposte sul testo provvisorio della circolare così come formulato dal Gruppo di lavoro costituito dai Consiglieri Antonio Ardituro, Luca Forteleoni, Fabio Napoleone, Luca Palamara e dal Consigliere Francesco Cananzi.

"Un coordinamento efficace può essere l’antidoto a molte patologie che attraversano il nostro Paese – ha spiegato il Primo Presidente della Suprema Corte di Cassazione Giovanni Canzio - un esempio è il modello della Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo. I fenomeni del terrorismo e della criminalità organizzata non possono essere affrontati individualmente da singole monadi senza l'ausilio di una larga azione di coordinamento serio ed efficace".

Il Procuratore Generale della Corte di Cassazione Pasquale Ciccolo evidenziando la necessità “che si realizzi un sempre più intenso ed effettivo coordinamento organizzativo tra tutti gli uffici del pubblico ministero” ha sottolineato “l’irrinunciabile ruolo, oltre che della Procura Generale della Cassazione a livello nazionale, delle Procure Generali dei Distretti d’Appello”.

“Il fine ultimo - ha spiegato il Vice Presidente del CSM Giovanni Legnini - è quello di assicurare il rispetto delle regole del giusto processo, anche attraverso la verifica dell’effettivo esercizio dei poteri di organizzazione, direzione e controllo dei Capi degli Uffici”. Il Vice Presidente Legnini si è, tra l’altro, voluto soffermare sull’articolo 18 del decreto legislativo 177/2016, che obbliga gli ufficiali di polizia giudiziaria a riferire alla propria scala gerarchica del corpo di appartenenza notizie relative all’inoltro di informative di reato, ed ha annunciato che il CSM procederà ad ascoltare i vertici delle Forze di Polizia.

Il Presidente della Settima Commissione, Claudio Galoppi ha, infine, annunciato che “il 27 di aprile si terrà una terza audizione con una delegazione di Procuratori della Repubblica non distrettuali, di Procuratori Aggiunti e Sostituti Procuratori, per completare il percorso di ascolto e per raccogliere i contributi di tutte le componenti degli Uffici requirenti”.

 

 

  • Email