indietro

Carenza di organico negli uffici giudiziari, la proposta del CSM inviata al Ministro della Giustizia

News


15 giugno 2016

Carenza di organico negli uffici giudiziari, la proposta del CSM inviata al Ministro della Giustizia
Sala Commissione CSM

Il Consiglio Superiore della Magistratura nella seduta del 15 giugno 2016 ha approvato la delibera con la quale formula una proposta da inviare al Ministro della Giustizia con indispensabili e urgenti misure da adottare a seguito della crisi di organico negli uffici giudiziari, sia di personale amministrativo che dei magistrati.

Nella risoluzione del CSM si chiede al Ministro della Giustizia di adottare ogni iniziativa, con assoluta urgenza, nell'ambito delle proprie attribuzioni, al fine di: 

1. indire con urgenza procedure concorsuali straordinarie volte al reclutamento di un consistente contingente di personale amministrativo, comprensivo di una significativa quota di unità in possesso di specializzazioni tecniche di tipo informatico, statistico, ingegneristico; 

2. avviare ulteriori procedure di mobilità extracompartimentale, assegnando prioritaria destinazione delle risorse agli uffici giudiziari, anche tramite adeguati incentivi, professionali o economici, fissando un termine finale di ultimazione definitiva e certa del passaggio delle nuove risorse agli uffici giudiziari di destinazione; 

3. indire due procedure concorsuali all’anno per il reclutamento di magistrati, fino alla completa copertura delle vacanze di organico; 

4. ridurre la durata del tirocinio dei magistrati; 

5. avviare con urgenza una idonea programmazione di lungo periodo relativa a ciascun ufficio giudiziario, che preveda la valutazione delle necessità pluriennali in funzione della evoluzione della realtà politico sociale, con la previsione altresì di una idonea struttura logistico-organizzativa di sostegno all’attività giurisdizionale, e della realizzazione in termini di urgenza di un efficiente ufficio del giudice.

 

  • Email