indietro

Brevi dal plenum

News


12 aprile 2017

Brevi dal plenum

Nella seduta del 12 aprile 2017, il plenum ha affrontato varie questioni ordinamentali di portata significativa perché tendenti a semplificare gli adempimenti richiesti agli uffici giudiziari e ai magistrati.

Su proposta della Quarta commissione, il CSM ha modificato la circolare sulle valutazioni di professionalità (n. 20691 del 8 ottobre 2007) eliminando l’obbligo per i dirigenti degli uffici di inviare annualmente al Consiglio la relazione sull’andamento generale dell’ufficio. Si tratta di uno snellimento che segue il profondo rinnovamento nella materia degli adempimenti per gli uffici apportato dalla recente circolare sulle tabelle di organizzazione degli uffici per il triennio 2017-2019, circolare che ha provveduto a una complessiva razionalizzazione della documentazione prodotta dai dirigenti sulla situazione di ciascun ufficio. Ovviamente, la valutazione di professionalità di ciascun magistrato non subisce alcun pregiudizio da questa semplificazione, sia perché il vaglio della relazione è meramente eventuale, sia perché l’analisi della situazione organizzativa dell’ufficio può essere effettuata sulla base dei documenti già a disposizione del Consiglio.

Su iniziativa della Prima commissione, inoltre, è stata modificata la circolare sugli incarichi extragiudiziari (n. 22581 del 9 dicembre 2015), con riferimento agli incarichi conferiti dalla Scuola superiore della magistratura: è stato parificato il regime previsto per coloro che svolgono funzioni direttive con quello generale previsto per gli altri magistrati. Difatti, è stato eliminato anche per i direttivi l’onere di richiedere l’autorizzazione (fatti salvi i casi di sottoposizione a procedimento penale o disciplinare), poiché la Scuola per sua natura svolge una funzione essenziale per la magistratura intera e, come tale, conferisce incarichi che – riguardando la formazione dei magistrati – per loro natura non possono ledere il prestigio dell’ordine giudiziario o l’indipendenza del magistrato.

Altre due modifiche alla circolare sugli incarichi hanno avuto ad oggetto le disposizioni relative in senso lato alla giustizia tributaria, adeguando le norme della circolare stessa alle competenze del Consiglio di Presidenza della Giustizia tributaria (che svolge funzioni di organo di governo autonomo per i giudici tributari) e affidando alla Prima commissione l’archivio informatico dei magistrati che svolgono funzioni di giudice tributario.

Nei prossimi giorni, saranno disponibili sul sito i testi aggiornati delle circolari, nella sezione “norme e documenti”.

 

Altra delibera di rilevante interesse ha riguardato la composizione delle Sezioni unite civili in sede di impugnazione dei provvedimenti della Sezione disciplinare del Consiglio. La delibera ha precisato che, secondo l’art. 67 ord.giud., le Sezioni unite civili debbano essere composte da magistrati in servizio presso le sezioni civili, non essendo possibile la coassegnazione di giudici delle sezioni unite penali, nonostante il procedimento si svolga seguendo le regole del procedimento penale. Anche questo provvedimento sarà disponibile a breve nella sezione “norme e documenti”.

 

Infine, il plenum ha proceduto a coprire numerosi uffici semidirettivi (come da elenco allegato) e ha integrato il bando di concorso relativo agli uffici semidirettivi approvato la settimana scorsa, aggiungendo il posto di Procuratore aggiunto presso la Procura di Bologna (fermi restando i termini di scadenza previsti nel bando stesso).

  • Email