indietro

Brevi dal plenum

News


05 giugno 2019

Brevi dal plenum

Il plenum, nelle sedute del 5 giugno 2019, ha adottato le seguenti delibere:

 

Uffici direttivi:

  • Presidente sezione corte cassazione: nominato il dott. Giulio Sarno, attualmente consigliere corte cassazione
  • Procuratore Latina: nominato il dott. Giuseppe De Falco, attualmente procuratore Frosinone

Uffici semidirettivi:

  • Presidente sezione corte appello Bolzano: nominata la dott.ssa Isabella Maria Edith Martin, attualmente consigliere corte appello Bolzano
  • Presidente sezione tribunale Alessandria: nominata la dott.ssa Maria Teresa Guaschino, attualmente giudice tribunale Vercelli

Ricollocamenti in ruolo:

  • Calogero Piscitello, attualmente fuori ruolo presso il ministero della Giustizia, Dipartimento amministrazione penitenziaria: deliberato il ricollocamento in ruolo quale sostituto procuratore Palermo (posto precedentemente occupato)
Trasferimenti extraordinem:
  • Roberto Giuseppe Tanisi, già Presidente Corte appello Lecce: deliberata la riassegnazione come Presidente sezione tribunale Lecce (posto precedentemente occupato), a seguito di giudicato amministrativo

Pubblicazione posti:

  • Revocato un posto di Presidente sezione tribunale Lecce (penale) (pubblicazione del 20 dicembre 2018)

 

Su proposta della VII Commissione, a seguito dell’approvazione in data 15 maggio 2019 delle linee guida operative, è stato prorogato al 30 settembre 2019 il termine previsto per la costituzione dell’ufficio per il processo.

 

Su proposta della VII Commissione, in risposta ad un quesito, è stato affermato che in caso di impedimento temporaneo del giudice, sia pur reiterato nel tempo deve farsi ricorso allo strumento della supplenza interna; spetta poi al dirigente dell’ufficio valutare se fare ricorso ai magistrati già indicati nelle tabelle come supplenti o ad apposita variazione tabellare; alla supplenza per tutte o solo per alcune delle funzioni svolte dal magistrato impedito; ad un unico supplente per tutti i periodi di assenza o segmentando gli stessi; infine dovrà valutare le modalità di ripartizione del ruolo.

Quanto al problema dei procedimenti collegiali posti in decisione, la delibera afferma che la soluzione va individuata a livello processuale, esulando dalle competenze amministrative del CSM, eventualmente adottando le opportune variazioni tabellari ove necessarie.

 

È stata ricostituita la commissione mista per i problemi della magistratura di sorveglianza, della quale fanno parte tre componenti del CSM, sei magistrati di sorveglianza, 3 sostituti procuratori e 3 componenti designati dal Ministero della Giustizia. La Commissione dovrà occuparsi delle problematiche connesse all’esecuzione della pena e alla funzionalità degli uffici giudiziari direttamente coinvolti nel settore.

 

I testi di tutte le proposte approvate dal plenum (fatti salvi eventuali emendamenti) sono consultabili nella sezione del sito relativa agli ordini del giorno di plenum. Nella sezione concorsi e interpelli, inoltre, sarà disponibile nei prossimi giorni l’interpello per applicazione extradistrettuale per la trattazione dei procedimenti in materia di protezione internazionale, l'interpello per applicazione extradistrettuale alla corte di appello di Reggio Calabria e quello per il rinnovo del Comitato direttivo della SSM.

  • Email