indietro

Brevi dal plenum

News


05 settembre 2018

Brevi dal plenum

Il plenum, nelle sedute del 5 settembre 2018, ha provveduto a coprire i seguenti posti vacanti.

Uffici semidirettivi:

  • Presidente sezione lavoro corte appello Reggio Calabria: nominato a seguito di riesame il dott. Massimo Gullino, attualmente presidente sezione lavoro corte appello Reggio Calabria, già consigliere corte appello Reggio Calabria
  • Presidente sezione tribunale Potenza: nominato a seguito di riesame il dott. Rosario Baglioni, attualmente presidente sezione tribunale Potenza, già giudice tribunale Benevento
  • Presidente sezione corte appello Milano: nominata la dott.ssa Ivana Caputo, attualmente consigliere corte appello Milano
  • Presidente sezione tribunale Firenze: nominata la dott.ssa Lisa Gatto, attualmente giudice tribunale Firenze
  • Presidente sezione tribunale Velletri: nominata la dott.ssa Laura Matilde Campoli, attualmente giudice tribunale Latina
  • Presidente sezione tribunale Benevento: nominato il dott. Sergio Pezza, attualmente giudice tribunale Benevento
  • Procuratore aggiunto Firenze: nominato il dott. Luca Tescaroli, attualmente sostituto procuratore Roma
  • Presidente sezione lavoro Corte appello Milano: nominata la dott.ssa Monica Vitali, attualmente consigliere lavoro corte appello Milano

Collocamenti fuori ruolo:

  • dott. Gerardo Salvia, attualmente sostituto procuratore Potenza: deliberato il collocamento fuori ruolo presso il Ministero della Giustizia, Gabinetto del Ministro
  • dott.ssa Margherita Cardona Albini, attualmente giudice tribunale Campobasso: deliberato il collocamento fuori ruolo presso il Ministero della Giustizia, Gabinetto del Ministro

Trasferimenti ordinari:

  • Giudice Imperia:
    • Paola Cappello, giudice tribunale Nuoro
    • Chiara Bosacchi, giudice tribunale Pavia

 

Su istanza di alcuni componenti si è tenuto un dibattito sulle vicende relative al trattenimento dei richiedenti asilo a bordo della nave Diciotti. Gli interventi dei cons. Fracassi, Palamara, Galoppi, Morgigni, Morosini, Leone, Balduzzi, Ardituro, Balducci, Fanfani e, infine, del Procuratore generale e del Vicepresidente hanno ribadito con diversi accenti e varietà di argomentazioni che l’accertamento e la valutazione delle ipotesi di reato possono e devono essere demandati esclusivamente all’ambito loro proprio, che è quello del processo penale. È  stata poi sottolineata la necessità per gli organi istituzionali di rispettare e garantire l’autonomia e l’indipendenza della magistratura e il sereno esercizio delle funzioni da parte dei singoli magistrati, nel pieno rispetto delle competenze delineate dalla Costituzione. Infine, è stato affrontato il tema della opportunità che le iniziative giudiziarie non siano accompagnate da modalità volte alla ricerca del clamore, nonché la questione della possibilità per magistrati e gruppi associativi di contribuire al dibattito pubblico sui temi inerenti alla giustizia e alla tutela dei diritti fondamentali, nell'auspicio che l'esercizio di tali facoltà sia in ogni caso caratterizzato da continenza e sobrietà comunicativa. 

 

I testi di tutte le proposte approvate dal plenum (fatti salvi eventuali emendamenti) sono consultabili nella sezione del sito relativa agli ordini del giorno di plenum.

  • Email