Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

MISSIONI DEL CCJE

Mandato del CCJE per il 2016 ed il 2017:

(i) Preparare ed adottare, rispettivamente nel 2016 e nel 2017, almeno due pareri all’attenzione del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa aventi ad oggetto materie concernenti lo status dei giudici e l’esercizio delle loro funzioni.

 

(ii) Conformemente al rapporto del Segretario Generale del Consiglio d’Europa sulla “Situazione della democrazia, dei diritti dell’uomo e dello Stato di diritto in Europa”, ed in coordinamento con il CCPE ed il CDCJ, realizzare e pubblicare un inventario completo delle sfide principali da affrontare relativamente all’imparzialità e all’indipendenza del potere giudiziario negli Stati Membri, e partecipare all’attuazione del piano di azione che il Comitato dei Ministri potrebbe adottare in questo ambito.

 

(iii) Assicurare una cooperazione mirata su richiesta degli Stati Membri, dei Membri del CCJE, degli Organi giudiziari o delle associazioni di giudici, allo scopo di consentire agli Stati di conformarsi alle norme del Consiglio d’Europa riguardanti i giudici.

 

(iv) Preparare dei testi o dei pareri concernenti la situazione specifica dei giudici su richiesta del Comitato dei Ministri o di altri Organi del Consiglio d’Europa, quali il Segretario Generale o l’Assemblea parlamentare.

 

(v) Incoraggiare partenariati nell’ambito giudiziario tra i tribunali, i giudici e le associazioni di giudici.