Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Ricusazione componenti consigli giudiziari

circolari e risoluzioni - IV commissione


30 luglio 2020
Ricusazione componenti consigli giudiziari

Nella risposta a quesito del 30 luglio 2020, in materia di ricusazione dei componenti del Consiglio giudiziario con riferimento a una valutazione di professionalità, è stato affermato che la ricusazione è ammissibile anche nei procedimenti in materia di valutazione di professionalità, con riferimento a tutti i soggetti chiamati a partecipare con contributi istruttori (dirigente dell’ufficio, relatore in CG, componente del CG). Non è invece ammissibile la ricusazione dell’intero organo.

Quanto alla competenza a deliberare sulla istanza di ricusazione di un componente del Consiglio giudiziario, essa fa capo al Consiglio giudiziario, senza la partecipazione del componente ricusato. Solo nel caso in cui non sia possibile integrare il quorum costitutivo di cui all’art. 9 bis d.lgs. 25/2006 la competenza si radica in capo al CSM.

Quanto alla sostituzione dei componenti ricusati (o astenutisi), per i componenti di diritto trovano applicazione i criteri indicati nell’art. 9 d.lgs. 25/2006 (sostituzione da parte di chi ne esercita le funzioni), mentre non è prevista la sostituzione di quelli elettivi.

Quanto alla rassegnazione dei fascicoli dei componenti ricusati si applicano le norme – anche regolamentari - che disciplinano la sostituzione nelle funzioni e la riassegnazione degli affari.


immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale