Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

La mobilità della magistratura italiana sul territorio

analisi e studio


28 settembre 2017
La mobilità della magistratura italiana sul territorio

Lo scopo del lavoro è quello di analizzare la mobilità dei magistrati sul territorio al fine di individuare le diverse tipologie di trasferimento e i relativi fattori determinanti.

Nello specifico, si è provato a verificare:

•     Se il trasferimento di distretto, una e/o più volte, è un fenomeno che avviene con probabilità diversa tra i due sessi, sia in generale sia in funzione della tipologia di trasferimento (domanda, ufficio, etc.) e del periodo di osservazione;

•     Quanto la presenza di almeno un figlio possa incidere sulla probabilità di trasferimento e di crescita professionale attraverso il riconoscimento di una funzione direttiva o semidirettiva;

•     Se l'assumere incarichi direttivi o semidirettivi implichi una maggiore probabilità di spostamento, condizionatamente o meno ad altre variabili di interesse osservate e/o latenti.

allegati

file Mobilità della magistratura Mobilità della magistratura (1531,7 kB)

  • Email