Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Proposta al Ministro della Giustizia di modifica delle disposizioni presenti nell'art.2 L. 161/2017, che prevede il deposito della proposta di cui al comma 1 (misure di prevenzione) presso la cancelleria delle sezioni o dei collegi specializzati in materia di misure di prevenzione ivi istituiti ai sensi del citato comma 2-sexies, ove la persona dimori nel corrispondente circondario

pareri e proposte


emanato il 06 dicembre 2017
Proposta al Ministro della Giustizia di modifica delle disposizioni presenti nell'art.2 L. 161/2017, che prevede il deposito della proposta di cui al comma 1 (misure di prevenzione) presso la cancelleria delle sezioni o dei collegi specializzati in materia di misure di prevenzione ivi istituiti ai sensi del citato comma 2-sexies, ove la persona dimori nel corrispondente circondario

Con la delibera in rassegna, su iniziativa della Sesta commissione, è stata approvata una proposta al Ministro della Giustizia di modifica del c.d. Codice Antimafia (l. 161/17) nella parte in cui prevede che per i tribunali di Trapani e Santa Maria Capua Vetere la proposta di misura di prevenzione di cui all’art. 2 del medesimo codice deve essere depositata presso la cancelleria della sezione specializzata, ove l’interessato alla misura “dimori nel rispettivo circondario”. Difatti, sulla base dell’interpretazione letterale della disposizione, la competenza di tali uffici si radica su base circondariale, e non più provinciale, come nel previgente testo dell’art. 5 d.lgs. 159/11. Ciò comporta una forte contrazione della competenza per territorio, per effetto della quale restano esclusi proprio quelle aree – caratterizzate da forte presenza criminale – che avevano determinato la deroga alla competenza funzionale distrettuale proprio per Trapani e Santa Maria Capua Vetere, con conseguenti disfunzioni organizzative.

Per tali ragioni, il Consiglio chiede al Ministro della Giustizia di attivarsi, nell’ambito delle proprie attribuzioni, per modificare l’art. 2 nel senso di radicare la competenza in relazione alla provincia di dimora dell’interessato.

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale