Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Promozione del conflitto di attribuzioni tra i poteri dello Stato ai sensi dell'art. 134 della Costituzione e dell'art. 37 L. n. 87 dell'11 marzo 1957.

circolari e risoluzioni - VI commissione e CPO


08 febbraio 2017
Promozione del conflitto di attribuzioni tra i poteri dello Stato ai sensi dell'art. 134 della Costituzione e dell'art. 37 L. n. 87 dell'11 marzo 1957.

Con la presente delibera, il Consiglio ha dichiarato il non luogo a provvedere sulla pratica inerente alla presentazione dinanzi alla Corte costituzionale di un ricorso, con il quale sollevare un conflitto di attribuzioni tra poteri dello Stato allo scopo di ottenere l’annullamento della disposizione dell’art. 5 del decreto legge 31 agosto 2016, n. 168.

Il Plenum ha, invero, rilevato che “il conflitto avverso atto legislativo è sollevabile, di norma, da un potere dello Stato solo a condizione che non sussista la possibilità, almeno in astratto, di attivare il rimedio della proposizione della questione di legittimità costituzionale nell’ambito di un giudizio comune” (così C. cost., n. 284 del 2005, cit.), e, tale ultima condizione non ricorre nel caso di specie, in particolare perché, con ordinanza del 9 novembre 2016, il T.A.R. Lazio ha sollevato questione di legittimità costituzionale avente ad oggetto la disposizione di cui alla predetta legge, sia pure in relazione ad aspetti diversi da quelli innanzi considerati
  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale