Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Pagamento delle indennità relativamente a sentenze emesse dal Giudice di pace su reati successivamente depenalizzati.

circolari e risoluzioni - VIII commissione


14 giugno 2017
Pagamento delle indennità relativamente a sentenze emesse dal Giudice di pace su reati successivamente depenalizzati.

Con la risposta a quesito in oggetto il Consiglio superiore della magistratura, investito della richiesta di chiarire se sussista, per il Giudice di Pace, il diritto di percepire l’indennità prevista dall’articolo 11, 2° comma, della L. n. 374/91 anche nell’eventualità in cui il processo definito con sentenza di proscioglimento abbia avuto origine dalla doverosa emissione, a norma dell’art. 19 c.p.p., di un provvedimento di separazione di una delle imputazioni in contestazione per intervenuta depenalizzazione del reato che ne formava oggetto, ha precisato che, in tal caso, giusta il combinato disposto degli artt. 9, 3° comma, del D.L.vo n. 8/2016 e 129 c.p.p., che fanno obbligo al Giudice di pronunciare d’ufficio e immediatamente la sentenza di non doversi procedere, spetta al magistrato onorario l’anzidetta indennità.

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale