Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Disciplina della autorizzazione degli incarichi di giustizia sportiva

circolari e risoluzioni - archivio


15 giugno 2006
Disciplina della autorizzazione degli incarichi di giustizia sportiva

Il C.S.M., nella delibera del 15 giugno 2006, premette che, a seguito di gravi vicende emerse nel settore del gioco del calcio, si è accentuata l'urgenza di adottare una disciplina la quale si faccia carico dell'esigenza di evitare pericoli di appannamento dell'immagine dei valori di indipendenza ed imparzialità, con riferimento sia ai singoli magistrati beneficiari di incarichi sportivi, sia, più in generale, all'Ordine giudiziario nel suo complesso.

Rileva, poi, che le federazioni sportive, pur esercitando insieme attività di diritto privato ed attività autoritative di diritto pubblico, hanno natura di associazione con personalità giuridica di diritto privato e sono soggette alla disciplina del codice civile e delle relative disposizioni di attuazione.

Ne fa discendere l’applicazione della norma secondo cui “gli incarichi conferiti da privati, anche quando siano previste forme di finanziamento o partecipazione pubblica, non sono autorizzabili”.

In conseguenza della sopravvenuta non autorizzabilità degli incarichi di giustizia sportiva, e ritenuta l’inopportunità dell’ulteriore prosecuzione di quelli in atto, ne dispone la revoca, sul concorrente rilievo che il funzionamento degli organi di giustizia sportiva è garantito dalla persistenza di numerosi giudici sportivi che non sono magistrati ordinari.

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale