Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Tempi dei procedimenti di competenza del C.S.M., in conformità all’art. 97 Cost. e alla legge n. 241 del 1990

circolari e risoluzioni - II commissione


21 settembre 2005
Tempi dei procedimenti di competenza del C.S.M., in conformità all’art. 97 Cost. e alla legge n. 241 del 1990

Con la delibera del 21 settembre 2005, il Consiglio Superiore della Magistratura, preso atto dell’applicabilità ai procedimenti consiliari dei principi consacrati dalla L. 241/90 e ritenuta l’impossibilità di procedere alla fissazione di termini specifici di carattere generale per lo svolgimento di tali procedimenti, ha stabilito: che le singole commissioni prevedano, con propria delibera interna a carattere organizzativo, avente a oggetto singole fasi o intere tipologie di provvedimenti, il termine entro cui deve essere presentata al Plenum una proposta, che le stesse effettuino accertamenti finalizzati a individuare le cause del ritardo e ad adottare interventi di carattere organizzativo nell’ipotesi in cui sia superato detto termine in sede referente e che riferiscano al Plenum laddove le anzidette cause ostative non siano state rimosse.

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale