Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Circolare sulla formazione delle tabelle di organizzazione degli uffici giudiziari per il triennio 2017/2019

circolari e risoluzioni - VII commissione


19 luglio 2017
Circolare sulla formazione delle tabelle di organizzazione degli uffici giudiziari per il triennio 2017/2019

Con la presente circolare il Consiglio riscrive, nella continuità, la circolare sulla formazione delle tabelle degli uffici giudicanti. 

Com'è noto il cd. diritto tabellare è funzionale alla tutela del principio del giudice naturale precostituito per legge, alla trasparente assegnazione degli affari contenziosi. Esso, al contempo, deve essere declinato  anche in vista dell'erogazione di un servizio giustizia  rapido, efficace e di qualità.

Il «sistema tabellare» costituisce l'asse portante della struttura organizzativa degli uffici giudicanti, in quanto ne delinea l’organigramma, la  ripartizione in sezioni, l’assegnazione alle stesse dei singoli magistrati e i criteri di assegnazione degli affari giudiziari.

Ciò posto, con la delibera in rassegna, il Consiglio si è proposto di raggiungere i seguenti obiettivi:

  • razionalizzazione e semplificazione del testo, suddiviso in articoli, che, per contenuto e stile espositivo, si presentano di più agevole lettura e piana applicazione. Per tale ragione il testo delle disposizioni è preceduto da un indice-sommario ed è seguito da un’appendice normativa e da un indice analitico;
  • semplificazione dei procedimenti di formazione e di approvazione delle tabelle;
  • individuazione di una più puntuale tempistica delle diverse fasi procedimentali;
  • più ampio coinvolgimento del ceto forense nel procedimento di formazione dei progetti tabellari;
  • perseguimento del principio della ragionevole durata dei processi, indicato quale criterio di priorità nella definizione dei fascicoli;
  • efficiente (e rispettoso delle professionalità maturate) utilizzo della magistratura onoraria;
  • risposta di nuovo conio alle specifiche esigenze organizzative della Suprema Corte di cassazione, con un innovativo e aderente al dato legislativo  impiego dei magistrati addetti all’Ufficio del Massimario e del Ruolo;
  • tutela del benessere psico-fisico dei magistrati;
  • efficace tutela della genitorialità e dei doveri di assistenza.

Da ultimo, si segnala che il procedimento tabellare è stato adeguato alle novità conseguenti all’implementazione del progetto di reingegnerizzazione del CSM e all’avvio del nuovo sito internet del Consiglio.

Con delibera in data 5 aprile 2017 il Consiglio superiore della magistratura ha proceduto a effettuare talune modifiche alla circolare sulla formazione delle tabelle di organizzazione degli uffici giudicanti per il triennio 2017/2019, rese necessarie dall’esigenza di consentire l’utilizzo dei Giudici Onorari di Tribunale, nel settore civile, anche per la trattazione delle materie del lavoro, della previdenza sociale e della protezione internazionale, nonché dei Giudici Ausiliari di Corte d’Appello anche per la trattazione della materia della famiglia.

Nello specifico, si è previsto che:

- all’art. 188 (rubricato Materie e procedimenti esclusi dall’assegnazione del ruolo), il 1° comma, sia riformulato nei termini che seguono: “Nell’assegnazione del ruolo nel settore civile, sono escluse, fatta eccezione per le materie del lavoro e della previdenza sociale e della protezione internazionale, le materie trattate dalle sezioni specializzate e il diritto di famiglia”;

- all’art. 193 (rubricato Limiti all’utilizzo dei giudici ausiliari), il 1° comma, n. 1, sia riformulato nei termini che seguono: “La proposta tabellare può prevedere l’impiego dei giudici ausiliari di Corte d’Appello con i seguenti limiti:

1) procedimenti di competenza delle sezioni specializzate per legge (sezione agraria, impresa e minorenni), fatta eccezione per la materia della famiglia.

Con delibera dell’1 giugno 2017 il CSM ha deliberato di aggiungere all’art. 17 comma 2, della circolare sulle tabelle per gli uffici giudiziari per il triennio 2017/19 il seguente comma 2 bis: ”Per i soli Tribunali ordinari distrettuali il termine di deposito delle tabelle è prorogato al 31 luglio 2017”.

Con delibera del 21 giugno 2017 il Consiglio ha provveduto alla modifica dell’art. 145 della circolare sulla formazione delle tabelle di organizzazione degli uffici giudicanti per il triennio 2017/2019  nel senso indicato nel testo.

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale