Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Problematiche riconducibili alla modifica dell’art. 2 L.G. ad opera dell’art. 26 del D.L.vo n. 109/2006.

circolari e risoluzioni - I commissione


24 gennaio 2007
Problematiche riconducibili alla modifica dell’art. 2 L.G. ad opera dell’art. 26 del D.L.vo n. 109/2006.

Con la risoluzione del 24 gennaio 2007 il Consiglio Superiore della Magistratura rileva che, per effetto delle modifiche apportate dal disposto dell’art. 26, 1° comma, D.L.vo 109/2006, l’area di operatività dell’istituto del “trasferimento d’ufficio” di cui all’art. 2 L.G. si è ristretta ai soli casi in cui la situazione vagliata non risulti sussumibile in alcuna delle fattispecie disciplinari delineate dal D.L.vo citato o non sia riconducibile a comportamenti del magistrato.

Onde evitare che tale ridimensionamento – come dimostrato dall’esperienza maturata nel primo periodo di applicazione della nuova normativa – privi il sistema di un incisivo strumento d’intervento nelle situazioni più opache e, perciò, maggiormente delicate, l’Organo di autogoverno segnala al Ministro della Giustizia l’opportunità di reintrodurre il potere d’intervento nei casi oggettivamente pregiudizievoli della fiducia dei cittadini verso la funzione giudiziaria e la sua credibilità.

Sul piano operativo, il Consiglio, per contenere gli ambiti di discrezionalità in sede applicativa, ipotizza una configurazione del presupposto di operatività del nuovo istituto comprensiva anche delle condotte colpevoli del magistrato e suggerisce una più analitica descrizione del bene protetto; per definire, invece, i contenuti dei propri provvedimenti, prospetta la possibilità di modulare gli interventi in modo da comprendere sia i provvedimenti di revoca di incarichi direttivi e semidirettivi ricoperti dal magistrato, sia i provvedimenti di trasferimento del predetto ad altro ufficio nello stesso distretto o nello stesso circondario o di assegnazione ad altre funzioni nello stesso ufficio.

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale