Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Relazioni istituzionali

Rapporti con il Consiglio Nazionale Forense

Il Consiglio superiore e il CNF, preso atto dell’importanza del coinvolgimento diretto di tutti gli attori istituzionali al fine di ottenere un miglioramento dei servizi legati all’amministrazione della giustizia, hanno intrapreso un percorso comune di collaborazione in tale ambito, percorso fondato – fra gli altri - sull’adozione di iniziative comuni, sullo scambio di dati, sulla diffusione delle buone pratiche, sulla diffusione della cultura della legalità.


Il protocollo d’intesa tra CSM e CNF

Per tali ragioni, in data 15 giugno 2016 il Consiglio ha deliberato di sottoscrivere un protocollo d’intesa con il Consiglio nazionale forense.

Oggetto del protocollo è la realizzazione di azioni congiunte finalizzate dunque al miglioramento qualitativo dei servizi della giustizia, attraverso:

  • la promozione di una comune cultura della giurisdizione tra magistratura e avvocatura sui temi delle riforme della giustizia, dell’organizzazione giudiziaria, del processo civile e penale, e del processo telematico;
  • la condivisione di dati e informazioni relativi alle esigenze dei diversi uffici giudiziari;
  • la diffusione delle buone prassi e lo sviluppo di protocolli condivisi presso gli uffici giudiziari;
  • l’attenzione alla partecipazione e al contributo dell’avvocatura nei Consigli giudiziari.

il protocollo di intesa in materia di protezione internazionale

Con delibera del 1 giugno 2017, il Consiglio ha deliberato di sottoscrivere con il Consiglio nazionale forense un protocollo di intesa per favorire, presso gli uffici giudiziari e i Consigli dell’Ordine, l’adozione di protocolli condivisi in materia di ammissione al patrocinio a spese dello stato nei procedimenti in materia di protezione internazionale, al fine di garantire al massimo i diritti di difesa dei richiedenti la protezione internazionale.

Il protocollo si inserisce nella complessiva strategia di intervento del Consiglio in materia di procedimenti di protezione internazionale, sia sotto il profilo delle misure organizzative di supporto agli uffici giudiziari interessati da tali procedimenti, sia sotto il profilo degli strumenti volti a garantire i diritti dei soggetti interessati, attesa la rilevanza dei diritti fondamentali coinvolti.


  • Email
immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale