Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Sentenza n. 87/2015

Provvedimenti


Sentenza n. 87/2015

Presidente: LEONE                                                          Estensore: CLIVIO

 

Illecito disciplinare fuori dell’esercizio delle funzioni – Lo svolgimento di attività incompatibili con la funzione giudiziaria di cui all’art. 16 , comma 1 del regio decreto 30 gennaio 1941 , n. 12 – Giudice – Svolgimento di attività di docenza - Corso  per la  preparazione al concorso per l’accesso  in magistratura –  Docenza occasionale – Svolgimento di ulteriori attività connesse alla docenza – Percezione di compensi - Impegno – Rilevanza - Illecito disciplinare – Sussistenza.

Integra l’illecito fuori dell’esercizio delle funzioni  per avere posto in essere un’attività incompatibile con la funzione giudiziaria di cui all’art. 16, comma 1 del regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12 la condotta del giudice il quale svolga attività di docenza, anche occasionale, presso una scuola privata di preparazione a concorsi o esami per l’accesso alla magistratura qualora  percepisca compensi indicativi di un coinvolgimento che dimostri la disponibilità a svolgere ulteriori attività connesse alla docenza.

Riferimenti normativi:
Decreto legisl. 23 febbraio 2006, n. 109, art. 3, comma 1, lett. d)

 

 

Sanzione disciplinare – Criteri di commisurazione – Lo svolgimento di  un’attività incompatibile con la funzione giudiziaria di cui all’art. 16, comma 1 del regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12  – Giudice –Svolgimento di attività di docenza - Corso per la preparazione al concorso per l’accesso in magistratura -  Docenza occasionale – Svolgimento di ulteriori attività connesse alla docenza – Conseguenze - Rilevanza dell’impegno - Censura.

Qualora il magistrato sia responsabile dell’illecito fuori dell’esercizio delle funzioni  per avere posto in essere un’attività incompatibile con la funzione giudiziaria di cui all’art. 16, comma 1 del regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12 avendo svolto attività di docenza, anche occasionale,  presso una scuola privata di preparazione a concorsi o esami per l’accesso alla magistratura ed avendo percepito compensi indicativi della disponibilità a svolgere ulteriori attività connesse alla docenza, appare congrua e proporzionata l’applicazione della sanzione della censura.

Riferimenti normativi:
Decreto legisl. 23 febbraio 2006, n. 109, art. 3, comma 1, lett. d)

 

allegati

Sentenza n. 87 del 2015 (44,7 kB)

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale