Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Commissione verifica titoli

La Commissione c.d. verifica titoli viene nominata, nel corso della seduta di insediamento del Consiglio Superiore della Magistratura, dal Presidente della Repubblica, nella sua qualità di Presidente del Consiglio stesso.

Essa dura in carica per l'intera consiliatura ed è composta da tre membri: un magistrato con funzioni di legittimità, un magistrato con funzioni di merito e un componente eletto dal Parlamento.

La Commissione è competente a verificare la sussistenza dei titoli necessari per essere eletti in capo ai componenti del Consiglio stesso. In particolare, ai sensi dell'art. 3 del Regolamento interno, devono essere vagliati: i titoli dei componenti eletti dai magistrati, i requisiti di eleggibilità dei componenti eletti dal Parlamento e la sussistenza di eventuali cause di incompatibilità e la loro rimozione. La Commissione è altresì competente sui ricorsi proposti avverso le operazioni elettorali della componente togata.

All'esito della propria attività istruttoria, la Commissione formula le proprie proposte al plenum, competente ad assumere le decisioni. Con riferimento alla verifica delle elezioni, tale organo riferisce al plenum nella seduta successiva a quella di insediamento.

  • Email
immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale
immagine aree tematiche