Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

Brevi dal plenum

News


25 ottobre 2017

Brevi dal plenum

Il plenum, nelle sedute del 25 ottobre 2017 ha provveduto a coprire numerosi posti vacanti.

Uffici direttivi:

  • Procuratore Nola: nominata la dott.ssa Anna Maria Lucchetta, attualmente sostituto procuratore Napoli
  • Presidente Tribunale Savona: nominata la dott.ssa Lorena Canaparo, attualmente presidente sezione tribunale Savona
  • Presidente Tribunale Tivoli: nominato il dott. Stefano Carmine De Michele, attualmente presidente sezione tribunale Roma
  • Presidente Tribunale Velletri: nominato il dott. Mauro Lambertucci, attualmente giudice Roma
  • Presidente Tribunale Latina: nominata la dott.ssa Caterina Chiaravalloti, attualmente presidente tribunale Castrovillari

Uffici semidirettivi:

  • Presidente sezione Tribunale L’Aquila: nominata la dott.ssa Alessandra Ilari, attualmente giudice Velletri
  • Presidente sezione Tribunale Torino: nominato il dott. Roberto Arata, attualmente giudice Torino
  • Presidente sezione Corte Appello Torino: nominata la dott.ssa Ombretta Salvetti, attualmente consigliere corte appello Torino

Trasferimenti ordinari:

  • Giudice Tribunale Cagliari: deliberato il trasferimento del dott. Luca Melis, attualmente sostituto procuratore Patti
  • Giudice Tribunale Livorno: deliberato il trasferimento del dott. Armando Mammone, attualmente sostituto procuratore Oristano
  • Giudice Tribunale Roma: deliberato il trasferimento della dott.ssa Cristina Cambi, attualmente sostituto procuratore Rieti

Collocamenti fuori ruolo:

  • dott.ssa Maria Rosaria Budetta, attualmente consigliere corte appello Roma: deliberato il collocamento fuori ruolo presso il Ministero della Giustizia, ufficio legislativo
  • dott. Gianluca Massaro, attualmente giudice Siena: deliberato il collocamento fuori ruolo presso il Ministero della Giustizia, Gabinetto del Ministro.

Ricollocamenti in ruolo:

  • dott.ssa Silvia Della Monica, attualmente fuori ruolo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri: ricollocamento in ruolo quale sostituto procuratore generale Roma

 

Su proposta della IV commissione, è stata approvata una serie di modifiche alla circolare 20691 del 2007 relativa alle valutazioni di professionalità.

Un primo intervento riguarda la definizione del controverso rapporto fra valutazioni di professionalità e provvedimenti disciplinari. Il Consiglio stabilisce in proposito che i fatti accertati nel giudizio disciplinare sono oggetto di valutazione autonoma nel procedimento inerente la valutazione di professionalità, valutazione indipendente e priva di automatismi – dunque – rispetto dall’esito assolutorio o di condanna del giudizio disciplinare.

Vengono altresì tipizzate le ipotesi in cui determinati periodi vengono esclusi dalla valutazione perché il magistrato non ha prestato servizio (sospensione disciplinare, aspettativa per motivi di famiglia, etc.). In tali casi, la valutazione viene effettuata a decorrere dal termine ottenuto sommando il periodo ordinario e quello trascorso senza prestare servizio, così da garantire un giudizio relativo a quattro anni effettivi (in caso di cessazione degli effetti della sospensione cautelare, gli effetti della valutazione retroagiscono).

Quanto al contenuto del rapporto del capo dell’ufficio, al fine di ampliare le fonti di conoscenza a disposizione del Consiglio, viene inserita una previsione in forza della quale il rapporto deve contenere l’indicazione di situazioni, rappresentate da terzi e delle quali il dirigente abbia tenuto conto; tali situazioni devono essere riferite a fatti specifici che possano incidere sulla valutazione, anche con riferimento all’esercizio non indipendente delle funzioni o all’evidente mancanza di equilibrio o preparazione giuridica. Gli atti o le segnalazioni relative a tali situazioni devono essere allegati al rapporto stesso.

A sua volta, il Consiglio giudiziario, nel redigere il parere, in relazione agli aspetti sopra indicati, può assumere informazioni e svolgere attività istruttoria, senza sovrapporsi, però, con accertamenti penali o disciplinari in corso.

Infine, viene definita in dettaglio la decorrenza degli effetti della valutazione di professionalità positiva ottenuta dopo il periodo di valutazione “supplementare” conseguente ad un giudizio non positivo o negativo.

Nella stessa prospettiva, in caso di condanna alla perdita di anzianità, la decorrenza delle valutazioni positive successive alla condanna è posticipata in funzione della perdita irrogata.

 

Su proposta della VII commissione, è stata approvata una risoluzione relativa ai criteri di scelta dei consulenti nei procedimenti per responsabilità sanitaria.

La delibera prende le mosse per un verso dalla constatata necessità di individuare e promuovere buone prassi nel settore dell’affidamento degli incarichi da parte dei giudici e, per altro verso, dall’analisi delle problematiche poste dall’entrata in vigore della l. n. 24/2017, che incide sul quadro normativo relativo alla nomina dei periti e dei consulenti nei procedimenti civili e penali in materia di responsabilità sanitaria. In particolare, l’art. 15 prevede che debbano essere nominati almeno due professionisti (un medico legale e uno specialista nel settore oggetto del procedimento)e introduce disposizioni relative alla formazione degli albi, con riferimento, in particolare, alla necessità di indicare negli albi la specializzazione di ciascuno degli iscritti, nonché numero e tipologia degli incarichi ricevuti, al fine di offrire all’autorità giudiziaria tutti gli elementi conoscitivi funzionali a scegliere medici idonei e qualificati.

In questa prospettiva, l’intervento consiliare tende a garantire ai magistrati la possibilità di avvalersi di conoscenze tecniche adeguate e di effettuare scelte trasparenti.

Con riferimento alla revisione degli albi, si rileva che tale attività deve essere compiuta tempestivamente e con modalità tali da offrire tutti gli elementi atti a guidare l’individuazione dello specialista più adeguato. Si evidenzia, inoltre, che la revisione deve essere effettuata con una metodologia uniforme su tutto il territorio nazionale, con l’intervento della Federazione nazionale degli ordini dei medici, sia in fase di individuazione di specifici indicatori dell’esperienza maturata dai vari professionisti sia in fase di aggiornamento dei dati contenuti negli albi.

La delibera, inoltre, detta indicazioni relative alla possibilità di accesso – anche attraverso adeguati strumenti informatici – ai dati relativi a tutto il territorio nazionale, potendo l’autorità giudiziaria avere bisogno di competenze specifiche non disponibili nel proprio albo di riferimento.

Inoltre, la risoluzione si impegna a valutare come garantire ai magistrati gli strumenti più efficaci per selezionare consulenti non iscritti agli albi.

Infine, vengono evidenziati i nodi problematici dell’attuale assetto normativo, con riguardo alla disomogeneità delle disposizioni fra procedimenti civili e penali e alla liquidazione dei compensi.

 

Infine, su proposta della VII commissione è stata approvata una delibera ricognitiva delle attività consiliari relative ai procedimenti in materia di protezione internazionale, con particolare riferimento agli strumenti organizzativi adottati e all’attività di formazione e di diffusione di buone prassi e informazioni sui paesi di origine (COI), attività effettuata in collaborazione con il Ministero dell’Interno.

 

I testi di tutte le proposte approvate dal plenum (fatti salvi eventuali emendamenti) sono consultabili nella sezione del sito relativa agli ordini del giorno di plenum. Inoltre, nella sezione concorsi e interpelli saranno disponibili nei prossimi giorni due interpelli per il rinnovo del Consiglio direttivo di SSPL.

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale