Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione note legali.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

indietro

CSM: VII Commissione approva circolare procure, presto al vaglio del Plenum

Comunicati stampa



Consiglio Superiore Magistratura Logo
CSM: VII Commissione approva circolare procure, presto al vaglio del Plenum


La Settima Commissione del CSM, nella seduta di ieri, e dopo più di due anni di lavoro, ha approvato la prima circolare sull'organizzazione delle Procure, a dieci anni dalla riforma dell’Ordinamento giudiziario.

L’intervento consiliare ha la finalità di approntare una più chiara disciplina generale, attuativa dei principi espressi dalla normativa primaria e in continuità con le direttrici già individuate nella medesima materia, nelle risoluzioni del CSM del 2007 e 2009.

Si tratta di un articolato organico che contribuisce a fornire certezza e prevedibilità alle scelte organizzative, anche al fine di prevenire conflittualità all’interno degli Uffici.

I punti qualificanti del testo che sarà iscritto all’Ordine del giorno di una delle prossime sedute di Plenum, riguardano:

A. PROGETTO ORGANIZZATIVO :

La previsione del progetto organizzativo quale strumento cardine di gestione dell’Ufficio, nel quale alla discrezionalità delle scelte, rimesse dalla legge al Procuratore, si accompagna la salvaguardia dei valori fondamentali di partecipazione, leale collaborazione e verificabilità.

A tal fine sono previste disposizioni di coinvolgimento del Consiglio giudiziario e del CSM.

B. PROCURATORE AGGIUNTO :

L'individuazione di uno statuto minimo delle attribuzioni del Procuratore Aggiunto al fine di garantire il riconoscimento di compiti di effettiva  semidirezione.

C. ASSENSO, VISTO e REVOCA DELLE ASSEGNAZIONI :

Previsione di procedure finalizzate a garantire, nell'ambito dei poteri ordinamentali spettanti al Procuratore, l’effettiva interlocuzione con i magistrati dell’Ufficio e la trasparenza delle scelte.

D. PROCURATORE GENERALE D’APPELLO:

Valorizzazione, nell’ambito dei poteri di vigilanza dei Procuratori Generali, dei poteri d’impulso volti alla promozione di modelli organizzativi omogenei e buone prassi nel Distretto. E’ prevista, inoltre, la valorizzazione dell’attività di coordinamento, in tale ambito, svolta dal Procuratore Generale della Corte di Cassazione.

E. BENESSERE ORGANIZZATIVO :

Estensione a tutti gli Uffici di Procura delle disposizioni, già in vigore nei Tribunali, che prevedono “effettiva tutela della genitorialità e delle esigenze familiari dei magistrati, nella piena consapevolezza che condizioni di lavoro favorevoli contribuiscono a determinare maggiore efficienza”.

Il testo della proposta di circolare è disponibile sul sito del Consiglio, nella sezione news.

 

 

Roma, 25 ottobre 2017

  • Email

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale