Antonio Ardituro

È nato a Portici (Na) il 26 febbraio 1971.

 

Curriculum:

E’ magistrato dal 24 febbraio 1997. In servizio prima presso la Procura circondariale presso la Pretura di Napoli e poi presso la Procura presso il Tribunale di Napoli.  Dal 1 febbraio 2005 è stato designato quale componente della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, fino al 25 settembre 2014, data in cui è stato posto fuori del ruolo organico per assumere le funzioni di componente del Consiglio Superiore della magistratura.

Si è occupato di indagini e processi nei confronti di esponenti di clan della camorra napoletana e casertana, in particolare clan dei Casalesi (Schiavone, Bidognetti, Zagaria, Iovine), Belforte, Mallardo, Polverino, Longobardi-Beneduce. Ha altresì fatto parte del pool indagini per reati commessi in occasione delle manifestazioni sportive, e si è occupato di delitti in materia di stupefacenti, ambiente, criminalità economica e contro la pubblica amministrazione, connessi alle attività delle organizzazioni camorristiche. Ha maturato rilevanti esperienze in materia di cooperazione internazionale, gestione di collaboratori di giustizia, indagini patrimoniali e misure di prevenzione, ordinamento penitenziario e detenuti in regime di 41 bis, cattura di latitanti.

E’ stato collaboratore della Commissione parlamentare antimafia; docente a contratto dell’Università Federico II di Napoli; relatore ad incontri di studio e formazione organizzati prima dal Consiglio Superiore e poi dalla Scuola della Magistratura. Autore di numerose pubblicazioni in materia di diritto penale e processuale penale, e del libro edito da Laterza, dal titolo “Lo Stato non ha vinto”, che racconta del declino del clan dei casalesi. Ha fatto parte del Comitato direttivo centrale e della giunta esecutiva centrale dell’Associazione nazionale Magistrati, di cui è stato vicepresidente nel 2011-2012.

 

Attività al Consiglio:

E’ stato Presidente della VII Commissione e componente della I.  Nella composizione del terzo anno di consiliatura è Vicepresidente della III Commissione, componente della VI e componente del Comitato per l’archivio e la biblioteca. E’ componente supplente della sezione disciplinare.

E’ coordinatore del Comitato paritetico con il Ministero della Giustizia sulle questioni dell’organizzazione giudiziaria e Presidente del Comitato di progetto per la reingegnerizzazione del sistema informativo del C.S.M. Relatore fra l’altro delle delibere relative al “Primo manuale ricognitivo delle buone prassi degli uffici giudiziari”, alla “ricognizione delle prassi in materia di intercettazioni” e alla risoluzione in materia di "coordinamento delle indagini antiterrorismo" .

immagine organizzazione innovazione e statistiche organizzazione innovazione
e statistiche
immagine international corner area internazionale international corner
area internazionale